martedì,Aprile 16 2024

Turismo, al Summit Hospitality formazione mirata su innovazione e intelligenza artificiale applicata al mondo della ricettività

Un incontro finalizzato ad accrescere le competenze dei 220 operatori iscritti, dei quali 150 in presenza e 70 in live streaming. Iniziativa promossa dal reggino Bruno Strati

Turismo, al Summit Hospitality formazione mirata su innovazione e intelligenza artificiale applicata al mondo della ricettività

«Esperti italiani dell’industria turistica sono stati presenti nello scorso fine settimana al Summit Hospitality che si è tenuto per la seconda edizione al T Hotel di Lamezia Terme. Un evento unico per la Calabria per trattare temi attuali e innovativi quali l’intelligenza artificiale applicata al mondo dell’ospitalità e per rendere la destinazione turistica adeguata ai nuovi bisogni dei turisti». È quanto si legge in una nota stampa.

«30 relatori si sono focalizzati su strategie, idee, consigli e indicazioni per come intercettare il turista e motivare la sua scelta di destinazione, puntando sul revenue management, pricing, distribuzione, posizionamento, web marketing, digitalizzazione e social media marketing, accrescendo le competenze dei 220 operatori iscritti, dei quali 150 in presenza e 70 in live streaming.

La due giorni di formazione si pone degli obiettivi quali la valorizzazione della destinazione turistica Calabria e l’approfondimento di tematiche di tendenza per gli imprenditori turistici e i lavoratori della filiera, direttamente nella loro terra, anche attraverso dei laboratori avanzati e a numero chiuso, che hanno trattato il ruolo del direttore d’albergo, la tipologia e il mercato delle strutture extralberghiere, la strategia mirata del revenue management e come adottare una pianificazione di digital marketing.

Al summit è stato presentato anche l’hub digitale del turismo italiano dal promoter della regione Calabria, Marco Borgese, che ha illustrato lo strumento di promozione dei servizi resi disponibili sulla piattaforma “Tourism Digital Hub” e ha posto l’attenzione sui soggetti coinvolti dal progetto del Ministero del Turismo e quali siano gli obiettivi strategici e i benefici per le imprese turistiche», prosegue la nota stampa.

«Si consolida questo format lanciato lo scorso anno – spiega l’organizzatore del Summit Hospitality, Bruno Strati, originario di Caulonia e residente a Palmi – e cresce la partecipazione degli operatori, sponsor e partner che vedono un’opportunità di scambio, condivisione e confronto con altre realtà più sviluppate e organizzate nei servizi turistici tali da renderle delle destinazioni turistiche affermate nel panorama globale. Il partenariato attivato con Hub Calabria Services ha permesso di arricchire i programmi dei laboratori con due tematiche estremamente attuali e trasversali a ogni settore. Il business sostenibile, una formazione interattiva sull’importanza del benessere dei collaboratori e sull’incidenza che ha nel business delle aziende; e come trasformare le competenze di attenzione e concentrazione in strategie straordinarie, con l’obiettivo di fornire consapevolezza sull’importanza di mantenere un’attenzione acuta sui dettagli specifici del settore del revenue management», conclude l’organizzatore del Summit Hospitality, Bruno Strati.

top