martedì,Giugno 25 2024

L’INTERVISTA | Sanremo, Loredana Bertè sul podio della Stampa: «La pazzia è libertà. Io pazza? Forse un po’»

Si è aggiudicata il primo round del Festival della Canzone Italiana 2024

L’INTERVISTA | Sanremo, Loredana Bertè sul podio della Stampa: «La pazzia è libertà. Io pazza? Forse un po’»

Il trionfo della regina dai capelli blu, Loredana Bertè, segna già la serata inaugurale del festival di Sanremo. Loredana Berté guarda tutti gli altri concorrenti dall’alto del podio e si aggiudica il primo round del Festival della Canzone Italiana 2024. Forse è per questo che si appresta alla nostra intervista con il sorriso sulle labbra e l’espressione rilassata di chi sa di potersi giocare tranquillamente tutte le sue carte.

Pazza” – la sua canzone – sembra aver colpito nel segno. È già tempo di sogni di vittoria?
«Figuriamoci, ho abbastanza anni sulle spalle per sapere che quello che è vero la prima sera, può essere smentito la seconda. Il pezzo è piaciuto. Ne prendo atto con soddisfazione…».

In passato ha confessato che quando sale sul palco sua sorella Mimì è sempre con lei. È successo anche questa volta?
«Più che mai. Lei è sempre con me quando parte la musica e comincio a cantare. Ho sempre reagito alla sua mancanza cercando di vivere una sorta di pace dei sensi. Ho anestetizzato i sentimenti per non soffrire. Eravamo molto unite, due sorelle con lo stesso sogno. Appena sentivamo che c’era un provino da qualche parte partivamo con l’autostop. Non ci fermava nulla… Eravamo molto unite. E in un certo senso è ancora così…».

Pazza ha un testo difficile. A un certo momento canta “Mi sono odiata abbastanza”. Quanto c’è di autobiografico in quel testo?
«Tanto. Quella frase l’ho scritta io di persona. È Bertè al cento per cento. Ci sono io, la follia, i sentimenti più duri. Tante volte mi sono sentita dire “tu sei pazza”. Spesso hanno usato queste parole per provare a farmi stare zitta. Ma la pazzia è libertà, estro.

Continua a leggere l’intervista di Luca Arnaù su LaCNews24.it

top