Fdi al fianco della popolazione per fronteggiare le emergenze

Il responsabile del Dipartimento di Protezione Civile del partito Pietro Marra spiega il senso dei corsi gratuti per formare i cosiddetti "volontati del soccorso"
Il responsabile del Dipartimento di Protezione Civile del partito Pietro Marra spiega il senso dei corsi gratuti per formare i cosiddetti "volontati del soccorso"

Si è svolto ieri sera a Mosorrofa un’iniziativa di Fratelli d’Italia, un incontro esplorativo per valutare e progettare dei corsi di “assistenza alla popolazione” aperti a tutti i cittadini e associazioni di volontariato in genere.

«Come responsabile del Dipartimento Provinciale di Protezione Civile – si legge in una nota di Pietro Marra – mi sento in dovere di promuovere queste iniziative in quanto dopo anni e anni di impegno nel territorio ho visto moltissimi giovani iscriversi alle associazioni in particolare quelle di Protezione Civile soltanto per degli scopi personali, quali indossare la divisa, avere il tesserino o cosa ancora più grave usare “sirene e lampeggianti “ dei mezzi di soccorso; infatti alcune associazioni presenti nel territorio sono state richiamate varie volte dalle istituzioni , quindi nei nostri corsi gratuiti che stiamo effettuando ( ieri sera c’è stata la terza lezione ) spieghiamo innanzitutto cosa significa essere “volontario del soccorso” e i settori dove ognuno si sente più idoneo nel fronteggiare eventuali emergenze».

«Ovviamente non tutti i corsi potranno essere gratuiti perché non verranno effettuati direttamente da noi ma alcuni saranno corsi Regionali o effettuati da Enti riconosciuti a livello nazionale quindi con il rilascio delle relative certificazioni ; al momento nelle lezioni espletate abbiamo spiegato i metodi di comportamento in caso di terremoti quindi alcune nozioni di psicologia dell’emergenza e la chimica del fuoco con i parametri fondamentali in un incendio, dalla combustione allo spegnimento effettuando alcune prove pratiche».

«La mia intenzione – ha proseguito Marra – è quella di promuovere vari corsi per formare i volontari, che se effettuati dal nostro team saranno completamente gratuiti, nel campo della logistica (montaggio tende ), primo soccorso, antincendio, radio e telecomunicazioni, utilizzo mezzi e attrezzature speciali (gruppi elettrogeni, pompe idrovore), assistenza sociale (per l’aiuto delle persone con disabilità nelle emergenze)».

A giorni Marra inizierà a contattare i vari sindaci della Città Metropolitana di Reggio Calabria «per avere un confronto con loro e capire anche la situazione dei vari gruppi comunali di Protezione Civile sperando di poter avere un rapporto di sinergia perché in caso di gravissime emergenze non si guarda il “colore politico” di appartenenza, ma bisogna agire per il bene dei cittadin».