mercoledì,Giugno 16 2021

Il Parco Botteghelle subisce l’ennesimo attacco vandalico

Il sindaco Falcomatà all'autore dello scempio: «Oggi hai danneggiato il "mio" campetto che è il “tuo” campetto»

Il Parco Botteghelle subisce l’ennesimo attacco vandalico

Il Parco Botteghelle subisce l’ennesimo attacco vandalico. Stamattina sono state rinvenute delle scritte con lo spray nel campetto nella zona Sud della città di basket e calcetto. Immediatamente sul posto per un sopralluogo sono giunti il sindaco Giuseppe Falcomatà e il suo staff. E proprio il primo cittadino, nel corso dell’incontro di presentazione della nostra testata prima, e dalla sua pagina Facebook poi ,ha espresso amarezza per l’accaduto, ma non rassegnazione. Ricordiamo che il parco Botteghelle, nella zona Sud della città, era stato riaperto tre anni fa. Da allora una serie di atti vandalici hanno caratterizzato la vita di questo punto di incontro pensato per i più piccoli, per trascorrere qualche ora all’aria aperta.

Le scritte nel campetto del parco Botteghelle

Prima sono state bruciate le giostrine poi otturate le vasche coi pesci, da qui la decisione dell’amministrazione di chiuderlo. Con una serie di sforzi «Nel frattempo abbiamo trovato i soldi e avviato i lavori di ristrutturazione che si stanno per completare e abbiamo concluso il bando per la gestione» chiarisce Falcomatà. Il sindaco confessa che i cittadini, sovente, credono che, in casi di atti vandalici ripetuti, come in questo caso, le telecamere di sorveglianza siano la soluzione. Ma non è così. «E non mi dite adesso che servono le telecamere perché in questa città ci facciamo del male da soli – è tassativo Falcomatà – evidentemente questo parco non va bene a qualcuno. Ma io so che invece la maggioranza di noi lo vuole.

Le scritte nel campetto del parco Botteghelle

E allora non dobbiamo stare zitti, fare finta di nulla, pensare che sia normale. Dobbiamo reagire, tutti. Se pensiamo che tutto questo sia normale è finita». Qualche parola, sempre dal suo social, il sindaco la riserva all’autore o agli autori di questo atto «Forse non sei consapevole di quanto la tua leggerezza costi alla comunità, e di come un semplice campetto sportivo possa aiutarti a impiegare meglio il tempo, ma soprattutto a sottrarti dal tuo destino. Sappi però che in questa città, ciò che è comune ed è di tutti, ha lo stesso valore e significato di quando si dice: “è mio”. Perciò oggi hai danneggiato il “mio” campetto che è il tuo campetto, insieme al “mio” lavoro per te, ma non solo per te!».

Le scritte nel campetto del parco Botteghelle

Articoli correlati

top