domenica,Maggio 26 2024

Gioia Tauro, al via il bando per il Servizio civile: 11 posti

Le candidature devono essere presentate entro le ore 14 del 10 febbraio

Gioia Tauro, al via il bando per il Servizio civile: 11 posti

Il comune di Gioia Tauro ha pubblicato il bando di selezione per il Servizio civile universale, rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni. Le candidature devono essere presentate entro le ore 14 del 10 febbraio. Il Comune mette a disposizione 11 posti con due distinti progetti, uno culturale (6 posti) e uno ambientale (5 posti).

Progetto cultura

Il progetto “La biblioteca: casa della cultura e della comunità” ha come obiettivo quello di «valorizzare la biblioteca come strumento di promozione culturale e sociale del territorio e come crescita individuale e collettiva». Secondo quanto si legge nel bando, il progetto mira al rilancio della biblioteca e alle valorizzazione del libro come fonte di conoscenza, di riscoperta della storia e cultura locale e formazione, non in competizione/contrasto con la moderna tecnologia e con internet, ma come insuperato strumento di formazione individuale e sociale di riscoperta della storia e della cultura locale.

Valorizzare quindi, la ricchezza storico-artistica e antropologico-culturale degli enti co progettanti; riscoprire e riproporre in chiave più fruibile il patrimonio bibliotecario; utilizzare nuove proposte e metodi di approccio secondo il modello di “biblioteca itinerante” (se l’utente non cerca il libro è il libro che cerca l’utenza) e di laboratori del libro. Seguendo queste linee portanti, il progetto intende valorizzare i servizi della biblioteca, offrendo una più puntuale ed efficace assistenza diretta a coloro i quali si rivolgono ai servizi e/attività erogate dalla Biblioteca comunale.

Progetto ambiente

Il progetto “S.O.S. Rischio ambiente” ha come obiettivo quello di promuovere l’educazione ambientale nella prospettiva di uno sviluppo eco-sostenibile, per fornire una risposta alle principali necessità emerse nella realtà di oggi: la ridotta presenza di attività di valutazione ambientale e informazione rivolta ai cittadini e la necessità di rafforzare lo spirito di comunità per fronteggiare le problematiche ambientali locali. Attraverso la partecipazione a iniziative condivise per la tutela ambientale sarà possibile agli enti co progettanti diffondere una cultura ambientalista “dal basso”, riappropriandosi del proprio territorio ed elaborando il concetto di
cittadinanza attiva.

Il progetto risponde ad alcune delle più importanti sfide del momento:
Educare allo sviluppo sostenibile e alla raccolta differenziata
• Armonizzare lo sviluppo economico e urbano con la qualità di vita dei cittadini.
Promuovere modelli di produzione e di consumo sostenibili, anche attraverso la prevenzione e l’educazione
• Assicurare la sicurezza del territorio attraverso la prevenzione e il contrasto dei danni ambientali causati dallo smaltimento incontrollato dei rifiuti urbani e speciali

Articoli correlati

top