venerdì,Maggio 24 2024

Circoscrizioni a Reggio, Brunetti a Cannizzaro: «Le abbiamo chieste noi»

Il sindaco ff rivendica il ruolo del Comune: «Avevamo avanzato una proposta formale ad Anci e siamo lieti che sia stata accolta»

Circoscrizioni a Reggio, Brunetti a Cannizzaro: «Le abbiamo chieste noi»

Di qualche giorno fa l’annuncio del deputato azzurro Francesco Cannizzaro sul ritorno della circoscrizioni nella città dello Stretto, grazie agli emendamenti che lo stesso ha proposto alla Legge finanziaria.

Secondo Cannizzaro le circoscrizioni potrebbero partire immediatamente. A supporto di questa idea ci sono i 700mila euro (per un anno di gestione) che dovrebbero consentire l’immediata operatività dell’emendamento. Il deputato azzurro era stato chiaro: «Le circoscrizioni potranno essere attivate già da domani». Ma tra il dire e il fare c’è di mezzo un iter al momento non delineato.

Dall’altra parte però c’è il Comune di Reggio, che col sindaco facente funzioni, Paolo Brunetti, rivendica il ruolo avuto nel progetto del ritorno alle circoscrizioni.

Brunetti le circoscrizioni le conosce bene perchè sono state la sua “palestra” politica. Prima come consigliere del presidente Verduci e poi da presidente. Al fianco il consigliere Carmelo Versace, oggi sindaco facente funzioni della Città metropolita.

Circoscrizioni, le rivendicazioni del Comune

A Brunetti abbiamo chiesto quando si partirà con le circoscrizioni: «Esprimiamo soddisfazione per l’accoglimento dell’emendamento sulla ricostituzione delle circoscrizioni o municipi nel Comune di Reggio nella legge finanziaria» spiega. Ma i complimenti finiscono qui perché il sindaco facente funzioni a questo punto rivendica il ruolo avuto nella determinazione.

«Nel mese di agosto il Comune aveva avanzato una proposta formale ad Anci e siamo ben lieti che sia stata accolta e che anche Cannizzaro si sia prodigato durante la presentazione degli emendamenti affinché venisse accolta. Merito a lui, ma senza sminuire la posizione del Comune che, in tempi non sospetti, aveva richiesto la costituzione delle circoscrizioni».

Le sentinelle del territorio

«Sono nato politicamente nelle circoscrizioni – afferma Brunetti – da sempre le abbiamo ritenute fondamentali per il corretto funzionamento democratico e amministrativo della città.

Ricordo che in città, fino a una decina di anni da, c’erano 15 circoscrizioni e 315 amministratori che erano sentinelle del territorio e avevano di fronte ogni problematica. In più, cosa non meno importante, erano una palestra per tanti giovani che avevano il primo approccio con la politica, luoghi in cui si poteva iniziare la conoscenza della macchina amministrativa comunale. Purtroppo vennero soppresse nei comuni con meno di 250mila abitanti».

Dunque questa è un’occasione ghiotta. «Ovviamente – prosegue il sindaco ff – va intrapreso tutto l’iter che porterà alla costituzione delle circoscrizioni. C’è già una bozza di regolamento risalente 12 anni fa, quando fui uno dei presidenti che l’ha proposta.

Le circoscrizioni non saranno più 15, il territorio sarà diviso in sei ambiti territoriali. Siamo pronti ma per attivare l’iter procedurale attendiamo di leggere attentamente la legge. Non può che renderci felice il fatto che ci siano ulteriori amministratori che ci aiuteranno nella costruzione della città che abbiamo immaginato nel momento in cui ci siamo candidati».

Articoli correlati

top