giovedì,Maggio 23 2024

Giornata del libro, Bruni: «Taurianova capitale è un’opportunità»

Il consigliere regionale del Pd: «Promuovere la cultura della lettura per una comunità libera e indipendente»

Giornata del libro, Bruni: «Taurianova capitale è un’opportunità»

«La lettura è un ponte che collega le menti, arricchisce l’anima e alimenta la fantasia. In un’epoca in cui l’informazione è a portata di click e la tecnologia domina le nostre giornate, è più importante che mai riconoscere il valore intrinseco della lettura e il suo impatto sulla nostra società e sul nostro benessere individuale. La riflessione che ci stimola la Giornata mondiale del Libro è quello della necessità di lavorare meglio per creare un ambiente in cui i libri siano accessibili a tutti, dove la lettura sia un’opportunità di crescita personale». È quanto afferma la consigliera regionale del Partito democratico, Amalia Bruni.

“Secondo recenti dati dell’Istat, in riferimento al 2022, nella nostra regione si registra un aumento dei lettori forti, coloro che dedicano il loro tempo a immergersi nelle pagine di almeno dodici libri all’anno; dall’altro constatiamo una diminuzione nella percentuale complessiva di coloro che leggono almeno un libro all’anno, escludendo motivazioni legate allo studio o al lavoro – afferma ancora Bruni -. In questo contesto è importante ricordare la grande opportunità che si offre alla nostra regione con Taurianova Capitale del libro 2024. Una cittadina con pocopiù di 14mila abitanti e “due librerie che è diventata l’emblema della narrazione delle opportunità e della speranza di cambiamento. Da città conosciuta per fatti di ‘ndrangheta, ad esempio virtuoso di crescita sociale ed economica per tutto il comprensorio”.

“In un momento in cui l’Unione Europea riconosce l’importanza economica e culturale del settore del libro e promuove iniziative per il suo sviluppo, è fondamentale che anche noi, a livello locale, rafforziamo il nostro impegno per promuovere la cultura della lettura. Perché solo in questo modo possiamo contribuire a far crescere una comunità più consapevole, informata e quindi libera”, conclude la nota di Amalia Bruni.

top