lunedì,Maggio 27 2024

Reggina, Scopelliti tifoso ferito: «Ha vissuto lo stesso degrado e lo stesso declino della città»

A margine della presentazione del suo libro a Condofuri Marina, parlando di giustizia ha commentato - a poche ore dalla sentenza - l'epilogo della vicenda amaranto

Reggina, Scopelliti tifoso ferito: «Ha vissuto lo stesso degrado e lo stesso declino della città»

Giuseppe Scopelliti ha presentato il suo libro “Io Sono Libero” a Condofuri Marina, in piazza Pentagono sul lungomare. Insieme a lui, davanti ad una folla numerosa proveniente da tutta l’ Area Grecanica, presente anche l’ex Presidente del Parco Nazionale D’Aspromonte Giuseppe Bombino.

A margine di un dialogo incentrato sulle tematiche sollevate dal libro, che ripercorre le recenti vicende giudiziarie dell’ex Governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti ha voluto dire la sua sulla bocciatura da parte del Consiglio di Stato del ricorso della Reggina, che dovrà ripartire dai dilettanti.

«Da super tifoso – ha affermato – anzi da ultras della Reggina, questa vicenda fa molto male, ma purtroppo l’epilogo era già scritto. La Reggina paga ciò che ha già pagato la città di Reggio. Oggi è tempo di recuperare le energie migliori ed i figli migliori che questa città esprime, per metterli in campo. Deve essere la stagione della consapevolezza: è necessario mandare a casa gli inetti e gli incapaci che fino ad ora, purtroppo, hanno gestito le dinamiche di queste vicende. Anche qui a Reggio, purtroppo, ci innamoriamo degli “stranieri” pensando che arrivino per dare lustro e risalto alla nostra città».

«È inutile che i cittadini se la prendano – ha proseguito – con il “niente”, bisogna avere il coraggio di puntare più in alto: tutti quelli che avevano pensato ad un disegno per la Reggina, invece sono rimasti alla porta perché non sono riusciti a realizzare i loro desideri. La Reggina ha vissuto lo stesso degrado, lo stesso declino della città».

Articoli correlati

top