mercoledì,Dicembre 2 2020

Elezioni comunali, La Strada per Pazzano aderisce all’appello di Comunità Competente

Per il movimento: «L’appello di Curia si richiama a valori e sensibilità profondamente presenti nella nostra visione politica e nel programma elettorale»

Elezioni comunali, La Strada per Pazzano aderisce all’appello di Comunità Competente

«Aderiamo con piacere ed entusiasmo all’appello rivolto ai candidati a sindaco del Comune di Reggio Calabria da Rubens Curia, in rappresentanza di Comunità Competente». Così La Strada per Pazzano sindaco.

«Quando, come in questo caso, realtà civiche ed associative dotate di forte consapevolezza dimostrano attenzione nei confronti della cosa pubblica e dei problemi delle persone più vulnerabili e svolgono funzione di stimolo e pressione politica, è l’intera comunità cittadina a beneficiarne. Solo da un attento ascolto di questi stimoli e di queste istanze potrà derivare un’opportunità di cambiamento per la nostra città.

D’altra parte, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, l’appello del dott. Curia si richiama a valori e sensibilità profondamente presenti nella visione politica e nel programma elettorale del movimento civico La Strada. Innanzitutto, la Costituzione, atto fondativo della nostra comunità locale e nazionale, garante dei diritti e della vita democratica, guida insostituibile nell’opera di costruzione di una società più equa e più giusta. Costituzione che, in relazione a diversi articoli tra i quali certamente figura il n. 32, deve ancora in larga parte trovare attuazione.

La sanità è davvero, allo stato attuale, un capitolo dolente della nostra realtà comunale e metropolitana, con carenze strutturali, disservizi, assenza di programmazione e di visione tali da costringere ad un radicale ripensamento, che coinvolga le istituzioni a diversi livelli. In questo quadro, il ruolo della persona che sarà deputata ad amministrare la Città Metropolitana di Reggio Calabria è cruciale, per ricostruire appunto quel controllo che la comunità locale ha il diritto ed il dovere di esercitare nei confronti dell’Azienda Sanitaria di riferimento.

Non solo: più volte abbiamo sottolineato come la tematica della salute sia trasversale rispetto a numerosissimi ambiti dell’azione politica ed amministrativa. L’emergenza covid-19 ha dimostrato con drammatica evidenza il ruolo che hanno le città nel condizionare, fino quasi a determinarlo, lo stato di salute pubblica. Questa stessa emergenza ci spinge pertanto ad un’urgente revisione delle priorità. L’attenzione per l’ambiente, per l’urbanistica e per la manutenzione e la fruibilità degli spazi pubblici e comunali, l’attuazione di politiche volte a sensibilizzare la cittadinanza sui temi della prevenzione, dell’attività fisica e di una corretta alimentazione devono obbligatoriamente diventare prioritari nel quadro dell’agenda politica di un’amministrazione che voglia trasformare la città in un luogo “produttore” di salute.

Nel quadro di una visione organica di città quale è quella che la nostra realtà civica promuove, la salute pubblica si pone come il risultato complesso di molteplici variabili di tipo biologico, ambientale, sociale. Attuando politiche virtuose sul piano sanitario è possibile non solo lavorare in ottica di prevenzione (programmi di screening), ma anche garantire un maggiore benessere alle persone che vivono in condizioni di malattia cronica e disabilità e alle loro famiglie.

La Strada con Saverio Pazzano sindaco ritiene di assoluta priorità l’adozione di misure volte a garantire l’attuazione dell’art. 32 della Costituzione.

L’appello espresso dal dott. Curia in rappresentanza di Comunità Competente si pone in assoluta continuità con la sensibilità e la visione politica del movimento civico La Strada. Chiediamo pertanto a Comunità Competente un incontro per approfondire tematiche così cruciali e prioritarie per l’agenda politica della nostra città».