giovedì,Ottobre 29 2020

Reggio Calabria, furto di computer nel reparto di Radioterapia del Gom

Recuperati i dati sensibili contenuti. Il primario Al Sayyad: «La città si stringa attorno a noi con forza e risolutezza»

Reggio Calabria, furto di computer nel reparto di Radioterapia del Gom

Sono stati recuperati i dati sensibili contenuti nei computer misteriosamente scomparsi al reparto di Radioterapia del Gom di Reggio Calabria. Ne dà conto l’edizione odierna di Gazzetta del Sud. «Ho subito denunciato il fatto all’autorità giudiziaria – dichiara il primario Said Al Sayyad – ero stato avvisato del furto della strumentazione informatica da parte di un tecnico del mio reparto. Quel pc rappresenta per certi versi il cuore del sistema che ci consente di erogare ai pazienti trattamenti di massima precisione. E’ importante – ha aggiunto il primario – che questa storia sia nota all’opinione pubblica per far sì che Reggio si stringa attorno a noi con forza e risolutezza».

Secondo il commissario straordinario del Grande Ospedale Metropolitano Iole Fantozzi «Chi ha compiuto questo gesto aveva una mira precisa sulla quale, ci auguriamo, venga fatta piena luce».