venerdì,Giugno 21 2024

Allarme Gom: mancano 700 fra medici e infermieri. Rischio accorpamento reparti

L'impennata di casi covid ha imposto lo spostamento forzato di risorse già stremate da un anno e mezzo di lotta al virus

Allarme Gom: mancano 700 fra medici e infermieri. Rischio accorpamento reparti

Il Covid non è l’unica piaga che sta mettendo in seria difficoltà il Gom. Il vero problema è la carenza di personale che potrebbe compromettere il funzionamento dei vari reparti. «Mancano oltre 700 unità – ci conferma il direttore sanitario Salvatore Costarella – unità fondamentali per il pronto soccorso sono andate via per seguire la loro carriera. Il gravissimo momento che stiamo vivendo è legato alla cronica carenza di personale che da oltre un anno e mezzo cerchiamo di risolvere con un dialogo istituzionale ma non riusciamo in nessun modo a sbloccare. Non abbiamo avuto autorizzazione a fare alcuna assunzione».

E l’ondata di covid che ha colpito prepotentemente la provincia reggina non sta agevolando la situazione. «Non intendiamo in alcun modo sottrarre prestazioni sanitarie ai cittadini di Reggio che hanno diritto alle cure come tutti gli altri. In questo ospedale si deve fare sanità, ci sono pazienti oncologici, cardiochirurgici, tutte le patologie devono essere curate ma questa carenza di personale ci costringe a dirottare queste risorse nelle aree di emergenza covid. Ma questa situazione non può durare a lungo perché il personale ormai è esausto e sfiancato».

Il Gom non intende fermarsi, anzi, Costarella conferma che continua la battaglia per ottenere quello che spetta a Reggio Calabria.

top