mercoledì,Febbraio 21 2024

Ospedale di Locri, ecco i rinforzi: in arrivo cinque medici cubani

Buone notizie anche per la Cardiostimolazione. Fragomeni: «Passi avanti per implementare l’offerta sanitaria»

Ospedale di Locri, ecco i rinforzi: in arrivo cinque medici cubani

L’organico di alcuni reparti cardine dell’ospedale di Locri verrà implementato con l’arrivo di ulteriori 5 medici cubani. E’ questa la principale novità emersa dopo l’incontro dello scorso 26 gennaio tra il manager dell’Asp di Reggio Lucia Di Furia e il sindaco di Siderno e delegata dell’Associazione dei Comuni della Locride alla Conferenza dei Sindaci all’Asp di Reggio Calabria Mariateresa Fragomeni. Il primo cittadino si è fatto portavoce delle istanze dei comitati “Sanità per la Casa della Salute di Siderno”, “DifendiAmo l’Ospedale di Locri” e “Corsecom-Sanità”.

Per quanto riguarda il nosocomio di contrada Verga in poche settimane verrà consegnata l’Osservazione Breve Intensiva, così come sarà completata la sala di Cardiostimolazione. A breve, inoltre, si sperimenterà il nuovo sistema di prenotazioni per i prelievi al laboratorio analisi e potranno essere nuovamente erogati servizi in intramoenia, grazie all’individuazione di locali adeguati e a norma.

Buone notizie anche per la Casa della Salute di Siderno. «Sta per essere assegnata, tramite procedura CONSIP, la verifica del progetto definitivo – ha spiegato Fragomeni – al termine di tale verifica si procederà per l’assegnazione del progetto esecutivo. Abbiamo avviato un dialogo con i medici di medicina generale di Siderno (incontro pubblico che verrà fissato a breve al comune di Siderno alla presenza della DG) per incentivare la realizzazione delle Aggregazioni Funzionali Territoriali, capaci di garantire la continuità assistenziale sul territorio. Ho chiesto l’istituzione di un punto prelievi e, per la riattivazione dell’ambulatorio di ecocardiografia per 38 ore settimanali, la Dg Di Furia ha dato il proprio assenso (nelle more) dell’affidamento di un incarico di libera professione col bando che è già aperto».

Passi avanti si sono registrati sul fronte dell’assistenza domiciliare integrata «Che – ha aggiunto Fragomeni – verrà implementata a breve e si sta procedendo a integrare il budget destinato alle prestazioni erogate dai distretti sanitari per l’anno in corso. Per il Centro Unico Prenotazioni sono in fase di individuazione locali adeguati».

Dunque l’interlocuzione prosegue regolarmente e in maniera proficua, nell’intento comune di perseguire un miglioramento delle prestazioni e un’efficace copertura dei servizi richiesti dall’utenza. «Dall’interlocuzione avviata con la Direttrice Generale dell’Asp di Reggio Calabria Lucia Di Furia arrivano significativi passi in avanti per l’implementazione dell’offerta sanitaria del territorio» ha concluso Fragomeni.

top