domenica,Aprile 21 2024

Classifica Sole24Ore, «Per Reggio crescita costante per la buona programmazione avviata»

I comitati del sindaco rivendicano i risultati raggiunti dalla squadra guidata da Falcomatà

Classifica Sole24Ore, «Per Reggio  crescita costante per la buona programmazione avviata»

«Per la Città di Reggio Calabria una crescita costante e progressiva. L’ultima indagine sulla qualità della vita pubblicata dal Sole24Ore ci consegna una fotografia nitida della netta e virtuosa inversione di tendenza determinata negli ultimi 4 anni dalla nostra Città. Da quando alla guida della Città si è insediata l’Amministrazione guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, Reggio Calabria ha scalato 20 posizioni. Da fanalino di coda assoluto, oggi si attesta in 91esima posizione, lasciando dietro di sè tante importanti città del Sud come Cosenza, Catania, Palermo e Messina. Solo nell’ultimo anno sono ben 13 le posizioni scalate, segno che i risultati impressi in questi anni, grazie alla programmazione avviata nel primo periodo, iniziano ad imprimere sensibili variazioni nella vita quotidiana delle persone. Oggi Reggio si trova appena 11 posizioni dietro il suo massimo storico (79esimo posto nel 1995) ed entra nella top ten delle Città del Sud».

I comitati del sindaco rivendicano i risultati raggiunti dalla squadra guidata da Falcomatà.

«Un risultato che è il frutto di attenta programmazione che però assume un valore ancora maggiore se messo in relazione a due elementi di immediata interpretazione.

Il primo: le condizioni di partenza. A differenza di tante altre città italiane Reggio Calabria ha dovuto fare i conti in questi anni con due variabili date: le difficoltà economiche determinate dopo lo scioglimento per mafia del Comune, che avevano provocato un impoverimento generale del tessuto sociale cittadino e lo stringente piano di rientro varato dai commissari, per il ripiano delle perdite prodotte dalla precedenti gestioni, determinando una condizione di predissesto dalla quale ancora la Città non è uscita. Di fronte a queste condizioni “strutturali”, se cosi possono essere definite, l’avanzamento progressivo nella classifica della qualità della vita assume un valore ancora superiore, considerando l’assoluta impraticabilità di indirizzo sulle scelte economiche che riguardano il bilancio del Comune, sul quale pesano anche gli ingenti tagli dei trasferimenti statali, sopperita solo grazie alla lungimiranza, alle capacità e all’autorevolezza di questa Amministrazione e del suo Sindaco che per la programmazione dello sviluppo cittadino hanno reperito ed avviato un’azione intelligente ed oculata di spesa delle risorse extra comunali.

Il secondo: la prospettiva futura. La crescita costante fotografata dal Sole24Ore lascia intuire anche i più scettici che la strada imboccata sia realmente quella giusta. Se Reggio da fanalino di coda d’Italia è riuscita in questi anni a scalare ben 20 posizioni (13 solo nell’ultimo anno) è evidente che il lavoro promosso dall’Amministrazione ha determinato una bella e virtuosa inversione di tendenza, resa concreta dai numeri della classifica. Ora alla luce di questo è opportuno chiedersi dove si può arrivare. L’ultimo anno di amministrazione ha determinato un’ulteriore accellerazione dovuta agli ulteriori frutti della programmazione avviata nella prima fase della consiliatura. La classifica dell’anno prossimo potrebbe offrire quindi un ulteriore miglioramento. Ma non è tutto qui: garantire una continuità del percorso avviato, affidando una nuova consiliatura alla compagine di governo guidata dal Sindaco, significherebbe dare forza a questo percorso, proiettando Reggio in una dimensione di crescita, strutturale, progressiva, inesorabile, che potrebbe portare la nostra città a frequentare ben altre zone della classifica.

Attenzione, nessuno qui sostiene che i problemi siano finiti, o che Reggio Calabria sia, per citare Boccaccio, il Paese di Bengodi. E’ evidente che le questioni da affrontare sono ancora tante e variegate, che certi percorsi abbiano bisogno di tempo per assestarsi e consolidarsi, che servono anche maggiori risorse per fare in modo che la programmazione avviata si completi del tutto. Ma oggi possiamo affermare con certezza, anche alla luce dei risultati fotografati dalla classifica del Sole, che la strada imboccata sia decisamente quella giusta e che sta a noi cittadini di Reggio Calabria, attraverso la nostra voglia di partecipare e dare forza a questo percorso, garantire la necessaria continuità a questi risultati, sostenendo quest’Amministrazione ed il suo Sindaco affinchè si riconfermino alla guida della nostra Città».

Articoli correlati

top