lunedì,Maggio 27 2024

Reggio, tavolo di lavoro in Prefettura per contrastare lo sfruttamento lavorativo

Ornella Cuzzupi, ha evidenziato l'esigenza di contrastare in maniera decisa ogni forma di criminalità e caporalato, con la messa in essere di interventi mirati

Reggio, tavolo di lavoro in Prefettura per contrastare lo sfruttamento lavorativo

Ieri, presso il Palazzo del Governo  di Reggio Calabria, su convocazione del Prefetto Dott. Mariani, si è  svolto il Tavolo di Lavoro per confrontarsi in merito  al Progetto “SULREME Italia” interventi per il contrasto e il  superamento di tutte le forme di grave sfruttamento lavorativo e di grave marginalità/vulnerabilità dei migranti negli insediamenti delle Piane di Gioia Tauro (RC) e Sibari (CS). Nel corso dell’incontro il Prefetto, Dott. Mariani, ha presentato le proposte del Governo, sottolineando l’importanza del pronto intervento della Regione Calabria, al fine del superamento   delle annose criticità, tristemente note a tutti noi.

Presenti al Tavolo l’Assessore regionale alle politiche agricole Gallo, i Sindaci delle aree di riferimento, le Associazioni delle categorie di settore e le Forze Sociali. L’Assessore  ha preso impegni su concrete messe in campo di risorse finalizzate a questo delicato e scottante problema. Per l’Ugl Calabria è intervenuta, su espessa convocazione, Ornella Cuzzupi, Segretario dell’Unione  Regionale, già firmataria, per  l’UGL del protocollo siglato nell’anno trascorso con il Prefetto Di Bari.

Nel corso del proprio intervento, Ornella Cuzzupi, ha evidenziato l’esigenza di contrastare in maniera decisa ogni forma di criminalità e caporalato, con la messa in essere di interventi mirati, quali l’accompagnamento assistito al lavoro dei migranti, al fine di tutelare gli stessi ed indebolire l’azione di sfruttamento da parte  dei ” caporali”.Collocazione in abitazioni provviste di acqua , luce, gas e scarichi fognari, dignitose ed abitabili da più lavoratori. Visite mediche e profilassi adeguata per la tutela della salute personale e pubblica, necessarie per favorire un’integrazione reale, rispondente alla richiesta delle popolazioni residenti che, vivono a loro volta, disagi e difficoltà legate alla  convivenza con i lavoratori extracomunitari, molto  spesso privi di tutele igieniche.

L’Ugl Calabria unitamente alla CONFEDERAZIONE, pone attenzione, da sempre, al problema del Caporalato e si adopererà avvantaggiata piaga sociale venga debellata.

Articoli correlati

top