sabato,Luglio 2 2022

Locri, il cordoglio dell’Aiga per la scomparsa dell’avvocato Mazzone

Il messaggio dell'associazione italiana giovani avvocati: «Il suo insegnamento per noi qualcosa di inestimabile»

Locri, il cordoglio dell’Aiga per la scomparsa dell’avvocato Mazzone

«Improvvisamente e inaspettatamente è venuto a mancare l’avvocato e professore Antonio Mazzone. Maestro di vita e di professione, ascoltare una sua arringa era, a tutte le età, un momento di alto apprendimento. Ci mancheranno la sua profonda conoscenza del diritto, il suo amore per lo studio e per la formazione, la sua mitezza e il suo alto senso deontologico, uniti alla sua umiltà; doti che lo hanno reso e lo renderanno sempre un gigante nella vita e nella professione». E’ quanto riporta una nota della sezione Aiga di Locri, l’associazione italiana giovani avvocati.

«Tanti giovani hanno avuto l’immensa fortuna di potersi formare con lui, in studio, in udienza, nella vita di tutti i giorni, anche solo osservando il suo modo di rapportarsi con l’aula di giustizia».

«Pietro Calamandrei diceva: “che vuol dire grande avvocato? Vuol dire avvocato utile ai giudici per aiutarli a decidere secondo giustizia, utile al cliente per aiutarlo a far valere le proprie ragioni. Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza colla sua invadente personalità, che non annoia i giudici colla sua prolissità e non li mette in sospetto colla sua sottigliezza, proprio il contrario di quello che certo pubblico intende per “grande avvocato”.

«Antonio Mazzone era tutto questo, era e rimarrà per tutti un grande avvocato. Oggi l’avvocatura italiana è più povera, ma i giovani che sono cresciuti insieme a lui porteranno sempre con loro l’eredità del suo insegnamento, un qualcosa di inestimabile».

«L’AIGA di Locri si stringe affettuosamente alla famiglia e allo studio dell’Avvocato Antonio Mazzone in questo tragico epilogo di un anno da dimenticare».

Articoli correlati

top