Sterile in attacco, roccioso dietro Roccella tra paradossi e certezze

La squadra di Galati, penultima, tra le migliori difese del campionato. Dirigenti a caccia di una punta nella finestra invernale di mercato
La squadra di Galati, penultima, tra le migliori difese del campionato. Dirigenti a caccia di una punta nella finestra invernale di mercato

Soltanto 9 gol subiti. Non basta una difesa tra le migliori del girone I al Roccella per dormire sonni tranquilli. Il penultimo posto in classifica è figlio soprattutto di un attacco sterile, con all’attivo il misero bottino di quattro reti in nove giornate di campionato. Una vera maledizione per gli amaranto di Ciccio Galati, intenzionati ad intervenire nel mercato di riparazione alla ricerca di un ariete che dia maggiore peso offensivo al reparto avanzato. Il gap dalla zona salvezza inizia a farsi importante e, aldilà degli scontri diretti, in caso di arrivo a pari punti sarà da tenere in conto anche la differenza reti. I tifosi, che da poco si sono ricostituiti in gruppi organizzati, chiedono rinforzi. Adesso la palla passa al presidente Mesiti, a cui toccherà mettere una mano sul cuore e l’altra sul portafogli, e al ds Curtale, che già in passato ha dimostrato discrete capacità di talent scout nei campionati minori.