venerdì,Novembre 27 2020

La Viola rinasce ancora grazie a Laganà ed alla passione del trust

Ieri l’evento al circolo Polimeni. Anche l’amministrazione comunale ha garantito supporto e vicinanza per la missione neroarancio

La Viola rinasce ancora grazie a Laganà ed alla passione del trust

Una Viola rinata dalla passione dei propri tifosi e sostenuta dal Supporters Trust. La squadra è stata presentata alla città ieri, al circolo del tennis “Rocco Polimeni”. A fare gli onori di casa il presidente del circolo Igino Postorino porgendo i saluti ai dirigenti, lo staff tecnico e la squadra. L’evento ha visto come attori principali il presidente della Viola, Carmelo Laganà ed il presidente del Supporters Trust Gabriele Calabrò, oltre al general manager Giuse Barrile e, naturalmente al coach Paolo Moretti, ai giocatori e allo staff tecnico. Seduto al tavolo dei lavori il delegato sport del comune di Reggio Calabria, Giovanni Latella, che ha garantito la vicinanza dell’amministrazione comunale alla mission neroarancio, in completa sinergia con la Fip Calabria ed il suo presidente Paolo Surace che ha sottolineato, durante la serata molto partecipata, la qualità del progetto.

Laganà: «Non ci sono ambizioni personali, ma la voglia di dare di più»
«Un sogno che sta andando avanti ben, ci stiamo presentando alla città convinti della bontà del progetto ambizioso che abbiamo: un progetto che ha visto protagoniste tante realtà reggine – evidenzia il presidente Laganà – tante strutture imprenditoriali e speriamo di avere la partecipazione dell’amministrazione comunale che ci verrà incontro. L’amore predomina nel gruppo, e solo questo può spingerci avanti, dove non ci sono ambizioni personali, se non quelle di lottare tutti e di portare ognuno di noi la propria esperienza, la capacità e la voglia di dare sempre di più». Dal canto suo l’amministrazione comunale, col delegato Latella ringrazia «chi si è fatto carico di riprendere in mano il destino della Viola, credo sia un progetto da sostenere anche da parte nostra e della Città metropolitana. La Viola ora ha un progetto e già dalle prime giornate di campionato la squadra ha iniziato bene e si può ambire ad una promozione in serie B. Il nostro augurio è che tanti altri imprenditori si possano avvicinare alla società per fare uno sport sano e creare le condizioni affinchè la Viola possa tornare nelle categorie che merita, quelle del professionismo». «È per noi il capitolo uno che stiamo scrivendo di quest’avventura – evidenzia Calabrò – L’anno scorso abbiamo gettato le basi, scritto la prefazione con la creazione d il supporto del trust. Adesso siamo con la squadra in campo, l’entusiasmo della città intorno a questo progetto e tanti sponsor e tanti soci, abbiamo superato di gran lunga il numero di iscritti dello scorso anno. un percorso che porta frutti e spero che tanti altri ne porterà nelal stagione. Il segreto di questa Viola è nell’essenza del trust, nel supporto che punta a dare una nuova idea partecipata, popolare, condivisa degli ideali della Viola che hanno attraversato i decenni ed hanno portato avventure, grandi giocatori e valori condivisi da tifosi e non tifosi. Un sogno che si concretizza attraverso i ragazzi che scendono in campo».