venerdì,Luglio 19 2024

Taurianova, una folla festante ha accolto Enza Petrilli di ritorno da Tokyo

L'intera città ha accolto l'atleta medaglia d'argento nel tiro con l'arco alle Paralimpiadi, appena rientrata dal Giappone, mentre l'associazione Agorà di Rizziconi ha omaggiato la campionessa di Triathlon Anna Barbaro

Taurianova, una folla festante ha accolto Enza Petrilli di ritorno da Tokyo

Una festa notturna nella piazza di Taurianova invasa di gente e un premio alla memoria di Marilena Arena, una giovane sportiva di Rizziconi. Così la Piana reggina ha vinto, nella stessa giornata, la corsa ad abbracciare le due campionesse calabresi reduci dalle paralimpiadi di Tokio. Enza Petrilli, neanche il tempo di atterrare a Lamezia Terme, che subito – quando era da un pezzo passata la mezzanotte – si è data al bagno di folla nella suo paese; Anna Barbaro, che è tornata a Reggio Calabria da pochi giorni, è stata insignita del premio istituito dall’associazione Agorà.             

«Avevamo previsto di darle il premio ancor prima della medaglia d’argento», spiega la presidente del gruppo rizziconese, Luisella Capo. Il premio alla campionessa di Triathlon è stato consegnato dalla sorella della ragazza, socia di Agorà, scomparsa in un incidente stradale. A Taurianova, invece, l’arciera Petrilli è stata accolta nella piazza lustrata da coccarde e bandiere tricolore dal presidente ff della Regione, il suo concittadino Nino Spirlì, dal consigliere metropolitano e sindaco di Cinquefrondi Michele Conia e dal primo cittadino taurianovese Roy Biasi.

L’atleta ha tagliato una delle torte preparate dall’associazione cittadina dei pasticceri, mentre uno spettacolo di fuochi pirotecnici ha fatto da sottofondo al suo ingresso in piazza accompagnata dal fidanzato Michelangelo Minutoli. «Sono qui per dirti grazie da parte di tutti i calabresi», ha detto Spirlì che ha ricordato gli allenamenti che ha potuto seguire quando la campionessa si preparava per Tokyo. Il sindaco Conia ha ricordato come «Enza, allenandosi spesso a Cinquefrondi, è diventata un punto dio riferimento anche per tanti giovanissimi», mentre Biasi ha ricordato che «l’attenzione che i taurianovesi hanno dedicato ai Giochi appena conclusi ha tenuto svegli i cittadini ed ha reso più unita la comunità». Barbaro e Petrilli, nelle loro dichiarazioni hanno ringraziato per l’affetto dimostrato. «Questi premi tributati dalle persone semplici – ha chiosato la campionessa di Triathlon – mi riempiono il cuore di gioia».

top