lunedì,Giugno 17 2024

‘Ndrangheta nel Reggino, annullata l’ordinanza cautelare per il finanziere Tosto

Il militare era stato accusato di rivelazione di segreti d'ufficio aggravato dalla circostanza di aver agito al fine di agevolare la cosca Piromalli. Ora la pronuncia del Tribunale del Riesame

‘Ndrangheta nel Reggino, annullata l’ordinanza cautelare per il finanziere Tosto

È stata annullata l’ordinanza cautelare nei confronti del finanziere Salvo Tosto. Il tribunale del riesame ha accolto integralmente l’impugnazione presentata dai legali Glenda Prochilo e Mimmo Infantino (junior). I dettagli contenuti in una nota stampa.

Il finanziere, coinvolto nell’inchiesta Hybris, era stato accusato di rivelazione di segreti d’ufficio aggravato dalla circostanza di aver agito al fine di agevolare la cosca Piromalli (c.d. aggravante mafiosa) e sottoposto ai domiciliari. Il pm e il gip hanno infatti ritenuto che dagli atti di indagine (in particolare da tre conversazioni intercettate mediante l’ormai noto “trojan”) si potesse ricavare come il finanziere nel gennaio 2021, utilizzando la moglie, Claudia Paolillo, come messaggero, avesse informato l’indagato Cosimo Romagnosi in merito alla indagine in corso nei suoi confronti e nei confronti di esponenti del comune casato di ndrangheta. I difensori di Tosto, però, sono riusciti a chiarire l’equivoco in cui sono incorsi gli inquirenti, dimostrando non solo che Tosto non conoscesse e non potesse affatto conoscere l’esistenza di un’indagine a carico di Romagnosi, ma anche che nelle stesse parole riferite dalla moglie al giovane Romagnosi non potesse affatto ravvisarsi l’ipotesi di una qualsivoglia informazione inerente indagini o iniziative giudiziarie.

Continua a leggere su LaCNews24.it

Articoli correlati

top