lunedì,Giugno 17 2024

Gotha, dai moti di Reggio al summit di Montalto. La storia della ‘ndrangheta riletta e riscritta

Il blitz nel meeting mafioso in Aspromonte del 1969 scaturito dalle delazioni che i De Stefano avrebbero indirizzato al questore Santillo

Gotha, dai moti di Reggio al summit di Montalto. La storia della ‘ndrangheta riletta e riscritta

Il processo Gotha rilegge e, in parte, riscrive anche la storia della ‘ndrangheta. E’ quanto si legge su LaCnews24 a firma di Pietro Comito. Dai moti di Reggio al summit di Montalto dove nelle carte si riconosce l’esistenza della sua componente «segreta o riservata», ne punisce le figure apicali che avrebbero strumentalmente utilizzato i «molteplici schermi personali, professionali, istituzionali e massonici» per dettare strategie e individuare i propri referenti nei gangli vitali della società,così accrescendo il potere dell’organizzazione; fotografa l’attualità ma scava anche nel passato.

In breve, quella motivata dal presidente del Tribunale di Reggio Calabria Silvia Capone, depositata il 31 luglio 2023, a due anni dalla lettura del dispositivo, è una sentenza che – nei fatti – costituisce una pietra miliare nella storia giudiziaria italiana. Gotha riflette quanto già sancito da altre storiche sentenze, Olimpia su tutte: i moti, dunque, rivolta sì del popolo contro la designazione di Catanzaro capoluogo di Regione, ma pilotata dalle forze oscure della ‘ndrangheta, della massoneria deviata, della destra eversiva. Il presidente Capone ed il suo collegio, vanno però oltre, contestualizzando quella fase storica attraverso altre emergenze: le testimonianze dei pentiti e degli ufficiali di polizia giudiziaria, l’incrocio con altre sentenze.

Continua a leggere su LaCnews24

Articoli correlati

top