L’annuncio di Klaus Davi: «Premio Borsellino a San Luca nel 2020»

L'idea del massmediologo e consigliere di minoranza lanciata nel corso della cerimonia inaugurale dell'importante iniziativa a Pescara
L'idea del massmediologo e consigliere di minoranza lanciata nel corso della cerimonia inaugurale dell'importante iniziativa a Pescara
Klaus Davi

«Una speciale edizione del prestigioso premio nazionale Paolo Borsellino approderà a San Luca nella primavera nel 2020 evento cui parteciperà anche il prefetto Franco Gabrielli, capo della Polizia di Stato». Ad annunciarlo è Klaus Davi consigliere comunale del comune aspromontano, nonché imprenditore della comunicazione e Garante del riconoscimento stesso per l’area libri e cultura. «Il curatore del premio Leo Nodari, il presidente del premio prefetto Luigi Savina e lo stesso capo della Polizia dottor Gabrielli hanno accettato con entusiasmo la mia proposta» ha aggiunto il massmediologo. Klaus Davi ha lanciato l’idea sabato scorso a Pescara, nel corso dell’edizione nazionale del Premio, che ha raccolto anche il forte consenso di centinaia di ragazzi delle scuole di Pescara che hanno accompagnato con entusiasmo e calore la prestigiosa manifestazione che si svolge da ben 24 anni. Tra i premiati dell’ultima edizione oltre al Capo della Polizia Gabrielli, Leonardo Guarnotta membro del pool anti mafia con Falcone e Borsellino, il procuratore capo di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri, il procuratore aggiunto Alessandra Cerreti ora in forze a Milano, i questori di Napoli e Palermo Alessandro Giuliano e Renato Cortese, il capo facente funzione della procura di Roma, Michele Prestipino. All’evento pescarese ha partecipato anche Manfredi Borsellino, figlio del giudice trucidato da ‘Cosa Nostra’.