venerdì,Aprile 16 2021

Il regista del film “Liberi di scegliere” ospite del progetto Biesse giustizia e umanità

Dopo l'esclusiva con l'attore Alessandro Preziosi a distanza di pochi giorni un nuovo ospite d'eccezione: Giacomo Campiotti regista del film trasmesso dalla Rai

Il regista del film “Liberi di scegliere” ospite del progetto Biesse giustizia e umanità

Sabato  10 aprile alle ore  10.00   in videoconferenza  con  l’istituto  comprensivo  Cassiodoro Don Bosco Pellaro Reggio Calabria, diretto  dalla Dirigente Scolastica Eva Nicolò-  che ha aderito  al Progetto  Giustizia e Umanità Liberi di Scegliere  anche con l’adozione  del  libro  scritto dal Giudice Roberto Di Bella  e Monica Zapelli. Ad interfacciarsi  con  gli studenti  il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania Roberto Di  Bella che con il suo percorso  “Liberi di Scegliere”  ha dato una svolta  al sistema  giudiziario  Minorile  offrendo a tanti giovani e alle loro  madri una realtà  opportunità  di cambiare vita.

Un Uomo e un Magistrato capace di creare una rivoluzione culturale che scuote le coscienze.  «Con noi l’onore  e i l piacere di avere in videoconferenza  Giacomo Campiotti, regista di numerosissimi film di  successo  come Bracialetti  Rossi. Bianca come  il latte, rossa come il sangue e Liberi di Scegliere che oggi insieme all’omonimo libro sono diventati strumenti di educazione alla legalità .Il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania Roberto Di Bella-  come sempre si racconta agli studenti senza risparmiarsi. Un lungo lavoro di 25 anni nel corso del quale  ha incontrato tantissimi  giovani  e tantissimi  donne di Ndrangheta  che hanno  chiesto aiuto perché vivere privati della propria libertà, con  la perenne paura di  essere arrestati  o ammazzati  non è  vivere  la Ndrangheta  è  una piovra  che condanna tutti colori  che ne fanno parte ad una esistenza   dalla quale  non se ne esce vivi ma da quale si  può  uscire  grazie a questo  straordinario  percorso   ideato dal Giudice  Di Bella Liberi di Scegliere  – conclude Bruna Siviglia – è  un inno alla speranza, alla libertà  come  valore inestimabile.

Un opportunità  per ricominciare e vivere una nuova esistenza. Il Progetto  Giustizia e Umanità Liberi di Scegliere  partito  nel 2019   prevede anche un concorso  al quale possono partecipare tutte le scuole  attraverso la  realizzazione di  elaborati  e cortometraggi  inerenti il  percorso Liberi di Scegliere  i migliori  elaborati  e cortometraggi riceveranno  borse di studio  intitolate  ai due carabinieri uccisi per mano della Ndrangheta  Fava e Garofalo. I cortometraggi  saranno  premiati  nel corso  del  Reggio Film  Fest che  si isvolgerà il 22 luglio a Reggio Calabria».

top