venerdì,Luglio 19 2024

Reggio, al via la 31esima edizione di Ecojazz Festival

Prosegue con un doppio prestigioso appuntamento nella cornice del suggestivo anfiteatro del Parco di Ecolandia

Reggio, al via la 31esima edizione di Ecojazz Festival

Sabato 15 luglio e domenica 16 luglio Ecojazz Festival 31^ edizione prosegue con un doppio prestigioso appuntamento nella cornice del suggestivo anfiteatro del Parco di Ecolandia, località Arghillà (RC). Concerto del 15 LUGLIO ORE 21.30 – BABA SISSOKO & MEDITERRANEAN BLUES

Protagonista della prima serata è il polistrumentista maliano Baba Sissoko, maestro indiscusso del tamani (il tamburo parlante/talking drum). Inizia a suonare da bambino (grazie all’insegnamento del nonno Djeli Baba Sissoko). Baba Sissoko suona anche ngoni, kamalengoni, chitarra, balaphon, calebasse, sildrum e… canta! Proviene da una grande e antica dinastia di griot del Mali. Abile nell’integrare alle melodie e ai ritmi della propria tradizione musicale le sonorità jazz, blues e soul, creando un inedito e originale risultato musicale. Al suo attivo l’artista vanta una ventina di pubblicazioni e collaborazioni con artisti del calibro di Dee Dee Bridgewater, Rokia Traoré, Miguel Anga Diaz, Habib Koité & Bamada, Fomoudou Don Moye e Antonello Salis, tra gli altri. Baba Sissoko presenterà per l’occasione la sua ultima fatica discografica “Mediterranean Blues”, dove offre la sua sintesi tra blues e ritmi africani.

Mediterranean Bluesun è viaggio nel Mar Mediterraneo, crocevia di incontri tra culture e tradizioni diverse. Sissoko mescola sapientemente i suoni della “musica nera” nelle sue varie espressioni (blues, jazz, soul) per realizzare una invocazione a non smarrire il “senso dell’umano” perché si rischia di aprire la strada alla trasformazione del Mediterraneo in luogo di contrasti e di morte.

Articoli correlati

top