sabato,Luglio 13 2024

Polistena, “Synergia 48” con la Tosca di Puccini e il Gran gala della canzone classica italiana

In piazza del Popolo protagoniste l’orchestra Oles diretta dal
maestro Nicola Hamselik Samale

Polistena, “Synergia 48” con la Tosca di Puccini e il Gran gala della canzone classica italiana

La Tosca, eseguita dall’orchestra Oles (Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento) diretta dal maestro Nicola Hamselik Samale, e un intenso omaggio alla canzone classica italiana e napoletana eseguito dall’Orchestra da camera di Kharkiv diretta dal maestro Maurizio Petrolo.

Questi gli appuntamenti in programma domani, domenica 13 agosto e lunedì 14 agosto a Polistena alle ore 21:15, nella cornice di piazza dal Popolo. Gli eventi sono promossi, in collaborazione con il comune di Polistena, dall’associazione Amici della Musica Nicola Antonio Manfroce aps, presieduta da Antonio Gargano, nell’ambito della rassegna Synergia 48, finanziata nell’ambito dell’avviso pubblico Promozione culturale 2022 della Regione Calabria.

Sarà la soprano Silvana Froli a interpretare Tosca, affiancata dal tenore Hector Lopez Mendoza (Cavaradossi), il baritono Giulio Boschetti (Scarpia), Marcello Cento (Ancelotti), Angelo Nardinocchi (Sagrestano) con le scene e di Fantasia in re Reggio Emilia, i costumi di Atelier Simona Canuti Roma e il service audio luci Renato De Angelis.

Saranno questi straordinari interpreti, unitamente alla soprano Eva Dorofeeva, ad animare anche il concerto dell’orchestra da camera di Kharkiv. Il programma del Gran Galà del prossimo 14 agosto sarà ricco e variegato. Le celebri aree “Ouverture” da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, “O mio babbino caro” da Gianni Schicchi e “Si mi chiamano Mimi” e “Che gelida manina” dalla Bohème di Giacomo Puccini, “Una furtiva lagrima” dall’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, “Ouverture” e “Toreador”  dalla Carmen di Georges Bizet, “Preludio atto 1” e “Brindisi” da La traviata e “Pace, pace” da
La forza del destino di Giuseppe Verdi. Emozione dopo emozione fino al “Nessun Dorma” tratto dalla Turandot di Giacomo Puccini. La lirica e anche altri generi come la musica napoletana e non solo in una contaminazione che incontrerà il vivo apprezzamento del pubblico. Ricco, infatti, anche il programma di musica classica italiana e napoletana con “Il fantasma dell’opera” di Andrew Lloyd Webber, “Oblivion”
e “Libertango” di Astor Piazzolla, “Nella Fantasia” e “Nuovo cinema paradiso” di Ennio Morricone, “Non ti scordar di me” e “Tu, ca nun chiagne” di Ernesto De Curtis, “Core ‘ngrato” di Salvatore Cardillo, “Finuculi Finicula” di Luigi Denza e l’immancabile “O sole mio” di Di Capua.

Articoli correlati

top