venerdì,Ottobre 30 2020

Elezioni Reggio Calabria, chi è Pino Siclari candidato sindaco del Pcl

Docente di filosofia ora in pensione, sin da giovane si è impegnato totalmente e in maniera assolutamente disinteressata per combattere l’ingiustizia sociale causata dal capitalismo e per costruire una società socialista

Elezioni Reggio Calabria, chi è Pino Siclari candidato sindaco del Pcl

Pino Siclari, docente di filosofia ora in pensione, sin da giovane si è impegnato totalmente e in maniera assolutamente disinteressata per combattere l’ingiustizia sociale causata dal capitalismo e per costruire una società socialista, l’unica che può salvare il mondo dal baratro. Attivo nel movimento del ’68, Pino Siclari aderisce al PSIUP di cui diventa dirigente giovanile.

Da allora un impegno continuo non solo contro il capitalismo ma anche contro tutte le degenerazioni burocratiche che avrebbero condotto il movimento operaio a una tragica sconfitta. Quando scompare il PC Pino Siclari partecipa con l’area politica dei Marxisti rivoluzionari alla costituzione del PRC. Quando Bertinotti, in cambio della carica di presidente della camera, trascina il PRC nel governo Prodi e lo rende complice di una feroce politica anti operaia (privatizzazioni, precarietà, detassazioni sui profitti) Pino Siclari partecipa alla fondazione nel 2006 del Partito Comunista dei Lavoratori.

Attualmente è membro del comitato centrale e presidente della commissione meridionale del PCL. Già candidato a sindaco di Reggio Calabria Pino Siclari richiese un pronunciamento sulla regolarità delle elezioni comunali che con Scopelliti avrebbero portato alla catastrofe del modello Reggio e più tardi, anche a seguito del commissariamento del comune che segnò un’attenuazione della sua crisi finanziaria, Pino Siclari e il PCL denunciarono l’incapacità della giunta di centro sinistra guidata da Falcomatà a produrre un’inversione reale con un’azione di rottura.

A fronte di una situazione finanziaria catastrofica Pino Siclari e il PCL proposero la proclamazione del dissesto per bloccare il salasso dei reggini poveri salassati da tariffe altissime e mortificati dall’inesistenza di servizi decorosi, servizi di cui è sempre più necessaria la gestione pubblica. Attivo anche sul terreno sindacale e impegnato nella CGIL scuola Pino Siclari ha sempre avuto un’estrema attenzione verso i giovani che oggi vengono privati di identità, coscienza e diritto al futuro. La candidatura di Pino Siclari è oggi contro il montare dell’anti politica e delle sue variegate manifestazioni, il solo punto verso il quale tutti i comunisti e le comuniste reggine hanno l’opportunità di raccogliersi.