martedì,Settembre 29 2020

Elezioni Regio Calabria, Miti Unione del Sud presenterà domani il progetto di sviluppo del territorio

La conferenza del candidato a sindaco Putortì: «Per presentare il resoconto delle attività svolte ed i risultati ottenuti negli ultimi anni come liberi cittadini ed attivisti , nonché come Comitato pro aeroporto dello Stretto»

Elezioni Regio Calabria, Miti Unione del Sud presenterà domani il progetto di sviluppo del territorio

«L’elettore e l’eletto sono due facce della stessa medaglia, se il primo non è consapevole delle qualità personali e del lavoro svolto antecedentemente al periodo elettorale da parte del candidato, al contempo quest’ultimo si troverà a gestire le sorti di intere comunità senza aver dovuto dimostrare l’idoneità ad assumere il ruolo di amministratore». A scriverlo in una nota il Direttivo del M.I.T.I. Unione del Sud con il candidato sindaco, Fabio Putortì.

«Se poi a questa asimmetria informativa si aggiungono metodi di selezione, per i ruoli pubblici, fondati su amicizia, parentela o scambi di favori personali, è inutile illudersi che vi possa essere un futuro migliore rispetto al passato ed al presente che oggi ci circonda.

A tal riguardo, la Conferenza pubblica di mercoledì 16 settembre, dalle ore 18:00 alle 20:00, presso l’Hotel Lungomare, viale Genoese Zerbi n. 13, avrà la finalità di presentare il resoconto delle attività svolte ed i risultati ottenuti negli ultimi anni come liberi cittadini ed attivisti del MITI Unione del Sud, nonché come Comitato pro aeroporto dello Stretto (oggi sezione specializzata del movimento).

Inoltre verrà presentata un’idea progettuale straordinaria, in grado di consentire il rilancio economico del territorio, in linea con il lavoro svolto fin oggi.

Volutamente abbiamo scelto di operare e dimostrare i fatti prima delle elezioni per certificare che un territorio può svilupparsi solo attraverso i contenuti, le competenze e l’integrità dei rappresentanti, insomma tutte quelle qualità che non si possono acquistare ricorrendo semplicemente al potere mediatico, a quello economico, oppure utilizzando strategie interpartitiche, coalizioni di finti poli civici o facendosi sponsorizzare da volti noti e capi partito esogeni.

Invitiamo quindi tutti i cittadini distanti da queste vecchie logiche politiche a partecipare alla Conferenza pubblica del 16 settembre poiché oggi vi è veramente la possibilità di utilizzare quelle enormi potenzialità del nostro territorio rimaste negli anni inespresse».