lunedì,Ottobre 26 2020

Minicuci sceglie il gruppo della Lega in Consiglio comunale

Il Carroccio conterà così due consiglieri, uno solo in meno rispetto a Forza Italia. E la tensione nel centrodestra continua ad aumentare

Minicuci sceglie il gruppo della Lega in Consiglio comunale

Il candidato sindaco del centrodestra Nino Minicuci, sconfitto da Giuseppe Falcomatà al turno di ballottaggio, ha rotto gli indugi e rimarrà a Reggio per dare il suo contributo all’azione dell’opposizione. E ha deciso di farlo sedendo nei banchi del gruppo della Lega di Matteo Salvini dove troverà l’altro consigliere eletto Giuseppe De Biasi.

Altro elemento che la Lega Calabria presenterà al tavolo del coordinamento dei partiti dopo la sfuriata del deputato Francesco Cannizzaro, il quale, in conferenza stampa ha attribuito la responsabilità di quanto avvenuto alla perdita di consensi di Fdi e Lega, oltre che alla questione Udc reo di non avere presentato la lista per responsabilità attribuite all’assessore al Bilancio Francesco Talarico.

Alle dichiarazioni di Cannizzaro non sono seguite repliche ufficiali da vertici del Carroccio e di Fdi, ma il dibattito tra gli alleati è forte più che mai. E il segretario regionale della Lega Cristian Invernizzi, conti alla mano, farà notare che la Lega ha ottenuto due consiglieri, mentre Forza Italia che continua a fare la voce grossa soltanto uno in più.

Evidente, insomma, che i malumori seguiti al turno della amministrative, soprattutto a Reggio dove il centrodestra sente di avere perso una partita per nulla difficile, continueranno a montare. Anche dentro Forza Italia gli esclusi dal Consiglio, praticamente tutti gli uscenti che hanno contribuito al successo di lista con molti voti non sono per nulla soddisfatti.

Ma sono le frizioni fra i partiti a livello regionale, dove il carico della discussione si amplia fino a comprendere anche le sconfitte di Crotone e Castrovillari, che potrebbero avere influenze sugli assetti regionali. Non a caso il Consiglio temporeggia su molte nomine e la prossima seduta non è neanche all’orizzonte considerando che Mimmo Tallini convocherà i capigruppo soltanto la prossima settimana. Anche la riunione dei segretari regionali del centrodestra per l’analisi del voto continua ad essere posticipata. Al momento sedersi intorno allo stesso tavolo per i vari Jole Santelli, Cristian Invernizzi, Wanda Ferro e Franco Talarico non sembra essere propriamente consigliato.