lunedì,Giugno 24 2024

Reggina, cambiano le regole della Serie B: ristori a chi utilizza gli Under21

Prendendo in esame la stagione appena conclusa, gli amaranto sarebbero l'unico club ad aver due giocatori U21 al top del minutaggio

Reggina, cambiano le regole della Serie B: ristori a chi utilizza gli Under21

Una Serie B ancora più giovane e italiana. La Lega di Mauro Balata ha deciso di cambiare le regole e premiare maggiormente, attraverso più contributi, i club che schierano i talenti italiano. Dal primo luglio infatti gli incentivi per chi farà giocare i giovani saranno orientati solo agli italiani e, progressivamente, agli Under 21 mutando le norme attuali della Lega B che prevedono ristori fino agli Under 23 e, seppur, in minima parte, agli stranieri.

L’obiettivo è la valorizzazione dei giocatori italiani in un torneo di alto livello per palcoscenici imporanti come la Serie A, la Nazionale maggiore e quelle giovanili, migliorando ulteriormente i dati registrati in questa stagione che vedono l’impiego in campionato del 27% di Under 23 sul totale. 

Come ha spiegato oggi sulla Gazzetta dello sport il presidente della Lega Serie B Mauro Balata, che un anno fa volle questa novità «le politiche della Lega per la valorizzazione dei giovani sono quelle più collaudate e con risultati concreti. La modifica della regola sul minutaggio in vigore dalla prossima stagione è stata decisa proprio per incentivare ancora maggiormente i club a investire su giovani italiani, aiutando a crescere il nostro movimento calcistico e in modo da rifornire le Nazionali azzurre giovanili e la maggiore. Tuttavia questi interventi hanno bisogno di un sostegno di sistema, anche normativo, a supporto di quelle società che valorizzano i nostri talenti in un campionato di alto livello come la B».

La Reggina sorride?

Qualora entrasse in omologa il concordato della Reggina, fra le altre cose, lo stesso prevedrebbe una diminuzione dei costi legati alle gestione sportiva per quattro milioni di euro circa. Questo potrebbe incoraggiare gli amaranto a puntare ancor di più sui giovani.

La squadra di Pippo Inzaghi, in tal senso, ha concluso la stagione con la terza età media più alta della Serie B ma paradossalmente è stata quella con due Under 21 (Fabbian e Pierozzi) a guidare la classifica dei giocatori più utilizzati, con circa 3mila minuti giocati a testa. Nessun altro club in cadetteria ha avuto due U21 in cima alla graduatoria di minutaggio.

Articoli correlati

top