mercoledì,Giugno 16 2021

Coronavirus, la proposta di Sorgonà: «Fare i vaccini in discoteca»

Il direttore artistico dello storico Top Club di Mosorrofa: «Se servono spazi noi ci siamo. Vogliamo lanciare un messaggio di speranza»

Coronavirus, la proposta di Sorgonà: «Fare i vaccini in discoteca»

Le discoteche, chiuse da mesi, potrebbero “diventare punti vaccinali utili al territorio”. Agli appelli giunti negli ultimi giorni, si aggiunge Reggio Calabria tramite l’adesione della discoteca Top Club. Nato oltre 30 anni fa, lo storico locale reggino ha fatto divertire intere generazioni con tanti eventi indimenticabili e rimasti nella storia della nightlife dello stretto.

L’emergenza sanitaria ha costretto le Discoteche a rimanere chiuse ormai da più di un anno ma sulla scia di quanto proposto in Emilia Romagna dalla maggiore associazione di settore, il Silb (Sindacato Italiano Locali da Ballo), la discoteca reggina situata a Mosorrofa rende disponibile i suoi oltre 1000mq di locale per contribuire al veloce svolgimento della campagna vaccinale di massa.

«Se servono spazi per le vaccinazioni noi diamo la disponibilità a usare i nostri locali -le parole di Sasha Sorgonà, direttore artistico del Top Club-. La nostra struttura, grazie agli ampi spazi, assicurerebbe la massima sicurezza, requisito fondamentale nel piano di svolgimento nella campagna di vaccinazione di massa. La nostra adesione vuole essere un messaggio di sostegno e al contempo speranza, l’auspicio di tutti è che il Covid-19 possa essere sconfitto il prima possibile, cosi da poterci riabbracciare e tornare alla vita di prima. Al Top Club sono nate nuove amicizie, storie d’amore, intere generazioni hanno trascorso serate divertenti e spensierate.  Adesso -sottolinea Sorgonà- vogliamo contribuire alla ripresa del nostro paese e della Calabria in particolare».

Articoli correlati

top