martedì,Maggio 21 2024

Sanità, Scaffidi confermato al Gom con nuovi obiettivi: recuperare quanto perso durante il lockdown

Il commissario straordinario dovrà garantire il raggiungimento di importati traguardi «orientati al soddisfacimento delle improrogabili esigenze del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria»

Sanità, Scaffidi confermato al Gom con nuovi obiettivi: recuperare quanto perso durante il lockdown

Dopo la conferma, da parte del presidente della regione Roberto Occhiuto, del commissario straordinario del Grande Ospedale Metropolitano Gianluigi Scaffidi, arrivano i nuovi obiettivi da raggiungere.

Piano di rientro

Ritenuto necessario specificare, nell’apposito decreto, che gli obiettivi da assegnare a Scaffidi devono convergere verso il celere superamento delle criticità rilevate dai Tavoli di monitoraggio.

Per questo è stabilito di prevedere che «una quota sia subordinata alla valutazione positiva operata dal Commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro del disavanzo sanitario della Regione Calabria circa il raggiungimento degli obiettivi assegnati, calcolata in dodicesimi con riferimento al periodo dell’incarico (il mese si intende raggiunto al superamento di 15 giorni)».

Riduzione dei tempi per i pagamenti

Il mandato commissariale, tra l’altro, prevede la riconduzione dei tempi di pagamento dei fornitori ai tempi della direttiva europea del 2011. Non solo, nello stabilire gli obiettivi vengono recepite le osservazioni fornite da Agenas. Partendo da qui sono stati attribuiti al Commissario straordinario gli obiettivi di mandato, riferiti all’anno 2023, «orientati al soddisfacimento delle improrogabili esigenze del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria. In relazione ai quali, sarà determinato il corretto assolvimento della relativa obbligazione di risultato assunta con l’accettazione della nomina».

Gli obiettivi

A Scaffidi, in pratica, dovrà garantire nel settore economico/finanziario «l’invio del Piano dei pagamenti relativo al Cronoprogramma. E l’’attuazione del piano dei pagamenti secondo il cronoprogramma e le linee guida regionali al 31.12.2023». Nell’area della governance dei flussi dovranno essere garantiti «Flussi informativi completezza e qualità̀ dei dati relativi a tutti i flussi informativi (NSIS)».

Recupero post covid

Tra gli obiettivi più ambiziosi e sicuramenti più importanti per i pazienti è relativo ai tempi di attesa. Il Gom dovrà, infatti, garantire il «Rispetto delle disposizioni regionali in merito al recupero delle prestazioni specialistiche non erogate nella fase di lockdown».

Non meno importante l’area che fa capo ad appropriatezza organizzativa e qualità dell’assistenza. Qui si dovrà raggiungere un altro obiettivo fondamentale. «L’implementazione dei volumi di attività degli interventi di carcinoma della mammella. E il miglioramento nella tempestività dell’intervento nella frattura del collo di femore (entro 48 ore)».

E tra le note dolenti resta l’obiettivo relativo alla gestione del personale. Nota dolente degli ultimi anni che ora vede come necessario «l’approvazione dei piani assunzionali e procedure di assunzione. Trasmissione della proposta di Piano dei Fabbisogni e Piano delle assunzioni entro i termini e con le modalità fissate dalla Regione. E l’alimentazione SISR Sistema Informativo Sanitario Regionale – Rapporti Giuridici ed Economici (entro il 31.12.2023)».

Infine, il Gom dovrà garantire, circa il settore farmaceutico, la «Trasmissione del 100% dei dati. E allineamento del flusso della tracciabilità̀ con il dato della Distribuzione Diretta e del Consumo Ospedaliero e del flusso della Distribuzione in Nome e Per Conto con i dati di Tessera Sanitaria».

Articoli correlati

top