domenica,Maggio 19 2024

Dramma a Villa San Giovanni, muore Luigi Corio: una vita tra famiglia, sport e sorrisi

Comunità in lutto per l'improvvisa scomparsa di un giovane padre che ha dedicato la sua vita al volontariato. Il ricordo di chi lo ha conosciuto sin da bambina

Dramma a Villa San Giovanni, muore Luigi Corio: una vita tra famiglia, sport e sorrisi

Se si potesse dare un nome al sorriso sarebbe quello di Luigi. L’amore per la vita lo ha mostrato fino a poche ore prima di spegnersi così all’improvviso. Luigi con il suo solito ottimismo è riuscito a regalare momenti di serenità anche in queste ultime settimane di dolore.

Era li, nel suo terrazzino, armato di casse pronto a far cantare la sua Villa. Una città che lo ha amato e che lui ha amato fino all’ultimo senza lesinare mai il suo impegno. Altruista come pochi, Luigi era uno di quelli a cui non dovevi mai chiedere aiuto perché era sempre li presente a dare una mano con lo spirito di servizio e di volontariato che lo hanno sempre caratterizzato e la sua grande fede. Un ragazzo, un padre, un marito e un amico. Oggi se ne va una parte importante, buona e pulita della comunità villese. In queste occasioni è usuale dire che se ne vanno i migliori, ma per Luigi questa non è una frase retorica. 

Lo ricordiamo con quel sorrisone che ti sistemava la giornata quando, da bambini, veniva a trovare la sua Valeria. Erano bellissimi insieme fin da ragazzini con quegli occhi azzurro cielo pronti a mettersi in gioco sempre. Una vita dedicata all’associazionismo, ai valori sani dello sport, ai bambini che per Luigi erano germogli da aiutare nella crescita. Gli stessi bambini a cui mancherà un padre sempre presente che, siamo certi, continuerà a vegliare su di loro. Un infarto avrà pure tolto la vita a Luigi ma difficilmente potrà essere cancellato il suo ricordo.

Ti vogliamo ricordare così, mentre tieni per mano i tuoi bimbi e li porti a trovare i nonni mentre trovi lo spazio per quel saluto sempre affettuoso e sorridente che avrà migliorato intere giornate a tante persone. Ricordarti mentre da buon presidente inciti le tue squadre alla vittoria o ad accettare la sconfitta.

Morire in questo tragico momento, dove tu avevi trovato il modo per sdrammatizzare e far divertire nonostante tutto chi ti stava vicino, darà l’ennesimo dolore. Un saluto silenzioso e lontano che lascerà un senso di vuoto nelle tante persone che in Luigi hanno sempre trovato un sorriso quando ne avevano bisogno. Oggi dopo giorni è uscito il sole, ma nel cuore di molti piove ed è buio.

Articoli correlati

top