mercoledì,Ottobre 20 2021

Villa San Giovanni, il Comune ottiene 70mila euro per l’adeguamento delle strutture scolastiche alle misure anti-covid

Grazie al finanziamento si potranno iniziare i lavori da subito, con adeguamento e adattamento funzionale e per forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei

Villa San Giovanni, il Comune ottiene 70mila euro per l’adeguamento delle strutture scolastiche alle misure anti-covid

Importante finanziamento di € 70.000,00 ottenuto dal Comune per l’adeguamento delle strutture scolastiche alle misure anti-covid. «Il ringraziamento dell’amministrazione va a tutti coloro i quali si sono spesi in poco tempo per la predisposizione di un progetto che è stato ritenuto meritevole di essere finanziato. In primo luogo si ringrazia per la preziosissima collaborazione la Dirigente Scolastica dell’Istituto Giovanni XXIII, Dott.ssa Teresa Marino che ha fornito tutto il supporto necessario al Settore Tecnico-Urbanistico per la confezione del progetto. Un plauso alla Consigliera delegata Prof.ssa Barbalace, al Dott. Pietro Criaco, all’Ing. Ida Albanese ed a tutto il Settore Tecnico-Urbanistico da lei diretto che hanno predisposto sia dal punto tecnico che amministrativo la richiesta di finanziamento.

È stato pubblicato l’elenco dei beneficiari del primo avviso del Ministero dell’Istruzione per interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche a seguito dell’emergenza sanitaria. Si tratta di stanziamenti per l’edilizia cosiddetta ‘leggera’. L’avviso rientrava nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.

 Il Comune di Villa San Giovanni ha fatto domanda per il primo avviso, ottenendo un finanziamento per un importo complessivo di € 70.000,00 grazie al quale si potranno iniziare i lavori da subito, con adeguamento e adattamento funzionale e per forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti.

La scuola è una delle priorità dell’amministrazione come è stato sempre dimostrato andando anche al di là delle competenze a difesa dell’istituzioni scolastiche secondarie del territorio. Il risultato raggiunto deve essere solo un punto di partenza per far sì che il prossimo anno scolastico sia, nei limiti di quella che potrà essere l’emergenza covid, il più sereno e tranquillo, consentendo agli alunni ed ai docenti di concentrarsi sull’educazione e sull’istruzione delle nuove generazioni».

Articoli correlati

top