lunedì,Ottobre 25 2021

Gioiosa Jonica, il Comune sostiene la campagna “Dove compri conta”

L'iniziativa promossa dall’associazione commercianti. «Sostengono il peso maggiore delle restrizioni per la diffusione del virus»

Gioiosa Jonica, il Comune sostiene la campagna “Dove compri conta”

«In questo periodo difficile per tutti e che ha visto la nostra comunità duramente colpita dalla pandemia, abbiamo la necessità di assumere comportamenti responsabili e rispettosi delle regole. Oltre ad essere responsabili nell’assunzione di buoni comportamenti per evitare il contagio dobbiamo anche essere responsabili nelle scelte per aiutare l’economia del nostro territorio». Così in una nota l’amministrazione comunale di Gioiosa Jonica guidata dal sindaco Salvatore Fuda. «Le attività commerciali, che costituiscono la nervatura del nostro sistema economico e danno vitalità al nostro paese, sono state particolarmente colpite e sostengono il peso maggiore delle restrizioni che, di volta in volta, vengono disposte dai provvedimenti governativi diretti al contenimento della diffusione del virus.»

«Appare quanto mai necessario sostenere il tessuto economico del luogo scegliendo di acquistare nei negozi di vicinato. L’Amministrazione comunale sostiene la campagna “Dove compri conta”, promossa dall’Associazione commercianti di Gioiosa Ionica. Prima di fare un acquisto in rete pensiamo bene al fatto che, a fronte di qualche euro risparmiato, si contribuisce a mettere a rischio l’esistenza e la vita di un negozio che contribuisce a tenere vivo il paese».

«La globalizzazione e il commercio online se, da un lato, offrono nuove opportunità dall’altro creano grossi scompensi e contraccolpi sui circuiti microeconomici del territorio. Serve trovare un giusto bilanciamento cercando di favorire, con delle scelte responsabili da parte di ognuno di noi al momento degli acquisti, le aziende locali, i produttori locali, le nostre maestranze. Anche negli acquisti online si possono scegliere aziende locali. Non si tratta ovviamente di un discorso di “chiusura” o di “autarchia” riferito al solo territorio comunale, ma è un invito a scegliere il territorio in un concetto ampio e dinamico, partendo sì dalle nostre realtà commerciali più vicine per guardare man mano, a seconda delle esigenze di acquisto, al territorio della Locride, della Calabria e dell’Italia. Gioiosa è un paese che vanta un’antica tradizione commerciale e artigianale. Dobbiamo mantenerla!

«La sfida è complessa e bisogna lavorare insieme. L’Associazione commercianti, che appunto aggrega e unisce molte singole realtà commerciali di Gioiosa Ionica per perseguire un fine comune, rappresenta un elemento di forza nella strategia per la valorizzazione del commercio nel nostro paese. Con essa e con tutti i commercianti l’Amministrazione intende collaborare per incentivare la ripresa economica in questa fase difficile».

«Nell’ultimo recente incontro, avvenuto nei giorni scorsi, si è convenuto sulla necessità di intraprendere iniziative comuni. L’Amministrazione, intanto, estenderà per tutto il 2020 gli aiuti già previsti in tema di esenzioni per alcuni tributi locali (TOSAP e agevolazione TARI) a sostegno delle attività commerciali colpite anche in questa seconda ondata epidemica da una serie di misure restrittive. Al vaglio anche misure di sostegno per i commercianti ambulanti del nostro storico mercato domenicale, anch’essi duramente colpiti in questo periodo». 

«Siamo consapevoli che i negozi di vicinato costituiscono la linfa vitale dei centri cittadini. Dobbiamo difenderli e sostenerli in questa difficilissima fase con la speranza che presto tutti insieme supereremo questa emergenza sanitaria».

Articoli correlati

top