martedì,Novembre 30 2021

Locri, presentato il progetto sulla nuova toponomastica

L’assessore Piero Leone: «La numerazione civica importante per una corretta conoscenza del territorio comunale»

Locri, presentato il progetto sulla nuova toponomastica

L’Amministrazione comunale di Locri ha presentato stamattina il progetto sul “servizio di rilevazione della numerazione civica esterna e della toponomastica”. Il sindaco Giovanni Calabrese e l’assessore alla toponomastica Piero Emilio Leone ne hanno dato comunicazione informando tutti i cittadini che il servizio partirà da oggi su tutto il territorio comunale. Tecnicamente il servizio riguarda tutte le unità immobiliari ( abitazioni, uffici, attività commerciali, laboratori, garage ecc…) che hanno accesso diretto dalla pubblica area di circolazione situate nelle aree periferiche del centro abitato.

Si provvederà ad assegnare il numero attribuito provvisoriamente con l’etichettatura numerata dell’accesso in modo da non causare imbrattamento alle pareti e nel caso di reiterata assenza degli inquilini/ proprietari, i tecnici lasceranno un apposito modulo di “Richiesta dati” nella casella postale che potrà essere consegnato a brevi manu presso l’Ufficio Anagrafe, a mezzo pec [email protected], email [email protected], a mezzo posta al Comune di Locri via G. Matteotti 152 89044 Locri.

Il personale incaricato – si spiega nell’avviso diffuso in città- sarà riconoscibile da un tesserino rilasciato e vidimato dal Comune di Locri riportante generalità del soggetto esecutore e della Ditta, corredato da fotografia per immediato riconoscimento. Eventuali variazioni di indirizzo non comporteranno alcun onere burocratico per il cittadino, in quanto sarà compito dell’Ufficio Anagrafe del Comune comunicarle a tutti gli enti interessati.

«Un altro obiettivo raggiunto grazie ad una costante azione finalizzata a migliorare la nostra Città – così esprime la sua soddisfazione il primo cittadino locrese, Giovanni Calabrese– Entro tre mesi presso ogni abitazione verrà installata la targhetta con il numero civico e l’indicazione della via. L’adeguamento della documentazione anagrafica su tutta la rete della toponomastica, della numerazione civica garantirà ordine e precisione oltre che validità degli elementi essenziali di identificazione necessari a tutti i cittadini». L’Amministrazione è riuscita ad organizzare questo storico intervento avvalendosi di esperti nel settore che avvieranno, in una prima fase, un lavoro di ricognizione. Dopo la mappatura e la registrazione dei numeri civici si passerà all’apposizione delle nuove targhette riportanti i numeri civici e soprattutto l’aggiornamento del registro anagrafico del Comune. L’assessore al ramo Piero Emilio Leone sottolinea l’importanza del rifacimento della numerazione civica. «Questo intervento – dice Leone- consente di porre rimedio ad un annoso problema, la cui assenza di una precisa numerazione civica ha causato notevoli alla popolazione locale, con riferimento soprattutto al recapito postale ed al soccorso sanitario che, in alcune zone più periferiche, ha avuto spesso difficoltà nell’individuare le abitazioni».

Articoli correlati

top