domenica,Aprile 14 2024

«I sidernesi? Sono “vavalaciari”». Bufera sul tecnico comunale di Siderno

Un post sui social scatena la rabbia dei cittadini. Per il dirigente scatterà un provvedimento disciplinare

«I sidernesi? Sono “vavalaciari”». Bufera sul tecnico comunale di Siderno

Aveva definito in un post su Facebook, poi rimosso, i sidernesi come “vavalaciari”, antica espressione vernacolare per descrivere chi è dotato di scarsa personalità. Adesso per il dirigente dell’ufficio tecnico di Siderno scatterà un provvedimento disciplinare comminato dal segretario comunale. Ad annunciarlo è stato il sindaco Mariateresa Fragomeni, alla luce della raffica di indignazioni che ha scatenato il post pubblicato da Alessandro Candido, dirigente del settore lavori pubbici del Comune. «Attenzione ai “vavalaciari” – aveva scritto – a Siderno se devi scegliere tra l’essere amato o essere temuto, scegli sempre la seconda opzione». Parole che non sono passate inosservate agli occhi del primo cittadino sidernese, che da quel post ha preso nettamente le distanze.

«Quella sidernese è veramente, e senza retorica, una delle comunità più valide, oneste e laboriose di questo territorio – ha espresso Fragomeni – Quasi nulla accade per caso, e se Siderno è la cittadina più grande, economicamente più viva e turisticamente più attrattiva, ciò lo si deve soprattutto allo spirito, alla vivacità intellettuale ed alle capacità imprenditoriali dei suoi abitanti. Capacità intellettuali, è bene ricordarlo, che hanno espresso delle vere e proprie eccellenze nei più svariati campi, da quello dell’arte, a quello della medicina, del giornalismo, ma che, più semplicemente, si riflettono anche nella leggerezza di chi, consapevole del proprio valore, sa anche non prendersi troppo sul serio, facendo dell’umorismo e dell’autoironia il proprio segno distintivo. I social, molto prima che il responsabile comunale decidesse di fare un cattivo uso del suo diritto di manifestare il proprio pensiero, erano già pieni di “gruppi”, creati da sidernesi doc che, scherzosamente ed in modo volutamente identitario, si autodefiniscono “Vavalaci”».

Articoli correlati

top