lunedì,Marzo 4 2024

Luminarie e stelle: pioggia di medaglie per Reggio Ritmica

Dopo il successo ottenuto alla terza prova regionale del campionato individuale silver le atlete del team agonistico di Reggio Ritmica, sodalizio reggino sempre più imbattibile, confermano il loro valore in terra
Campana

Luminarie e stelle: pioggia di medaglie per Reggio Ritmica

In una Salerno già illuminata dalle spettacolari luci Natalizie, le piccole atlete brillano al Trofeo Natalizio interregionale “Coppa Campana” che ha visto prender parte numerose società di rilievo del sud e del centro Italia (Reggio Ritmica, Reggio Calabria, Consorzio Pozzuoli, Napoli, Ritmica Tuscolana, Roma, Double Fire, Bitonto, Virtus Sport Salerno, etc). Il sodalizio reggino, capitanato dalla Dott. ssa Benedetta Lombardi, e dalle tecniche Tetiana Kaganets e Caterina Orsino, porta a casa ben dieci podi e oltre 20 medaglie nelle seguenti categorie: Silver LE (massima serie silver). Carlotta Russo ottiene il primo posto con attrezzo palla, secondo posto al cerchio e secondo posto nella classifica all-around.

L’atleta Reggina categoria juniores chiude la sua routine con punti 25,450 portando a casa due ottime esecuzioni ricche di elementi tecnici complessi e alto valore artistico. La giovanissima che già il 12 novembre in quel di Catanzaro si è laureata Vice campionessa regionale, sbaraglia la concorrenza e al suo battesimo in un campionato d’eccellenza, ha dimostrato, ancora una volta tutto il suo valore.

Lungimirante ancora una volta è stato l’occhio delle istruttrici tecniche che ha permesso l’esponenziale crescita delle seguenti atlete, calcando la pedana nel campionato silver LD: Chiara Lombardo, Ludovica Pepè, Sylvie Romeo, Gaia Fiore.

Tutte quante le atlete sopra citate hanno ottenuto da appena tre mesi il passaggio nella categoria, anch’essa di massima serie silver e si sono ben comportate anche in ambito interregionale. Chiara Lombardo, già campionessa al cerchio con punti 12.400, nella terza prova Regionale, conferma il suo valore e migliora il suo “personal best”, in terra campana, festeggiando così il suo compleanno.

La giovanissima classe 2013 è infatti campionessa interregionale al corpo libero, ottenendo il primo posto e terza classificata nell’all-around con punti 24,450. La Lombardo, promettente atleta Reggina di ginnastica ritmica infatti si distingue per la precisione del gesto tecnico e le abilità con i piccoli attrezzi, ricordiamo dunque che in regione ha totalizzato il punteggio di 4.700 alla voce “difficoltà”, con un esercizio complesso e montato da soli pochi mesi, sbaragliando nettamente la seconda classificata, esperta veterana e concittadina, che ha totalizzato il punteggio di soli 4.000 alla voce Difficoltà, su un massimo di 5 punti.

Conferma indiscussa è quella della leggiadra e musicale Ludovica Pepè, brillante prezioso per Reggio Ritmica. Impeccabile e musicale, sempre sul pezzo la Pepè si conferma sul podio a Salerno come a Catanzaro anche nella classifica all-around, chiudendo la competizione interregionale in terza posizione con punti 24.000. Al corpo libero, porta a casa una impeccabile esecuzione che la vede posizionarsi accanto alla compagna Chiara Lombardo.

Con l’attrezzo palla, qualche piccola sbavatura la piazza sul terzo gradino del podio alla “Coppa Campania” ed in regione invece, una esecuzione più mirata le permette di piazzarsi al secondo posto. Sylvie Romeo, veterana del sodalizio conferma miglioramenti tecnici ed esecutivi ed una tenuta di gara stabile e precisa che le permette di laurearsi campionessa interregionale, sul gradino più alto del podio con l’attrezzo palla e sul secondo gradino con l’attrezzo cerchio, complessivamente con punti 12.00 e punti 11.700.

Migliora nettamente e domina le sue emozioni rispetto all’ultima fase regionale che l’ha vista comunque agguantare un terzo posto nella classifica all-around totalizzando un punteggio di 22.750. New entry del team Gaia Fiore, scommessa vincente per la responsabile tecnica Dott.ssa B.Lombardi: “era come una Ferrari a cui mancava il carburante adeguato per correre al massimo”. È questa la storia di Gaia Fiore che ha visto superare sè stessa in soli tre mesi di lavoro mirato e intensivo, in Reggio ritmica, incentrato verso l’alta specializzazione.

Debuttare da LA1 in un campionato di categoria LD è stata una grande scommessa, quest’oggi vinta da Gaia, dimostrando tantissima futuribilità e ben reagendo al gap qualitativo di livello tecnico e di allenamenti cui è stata catapultata. La piccola Gaia ha meritatamente conquistato, in quel di Salerno, il terzo gradino del podio interregionale nella classifica all-around (somma dei punteggi), che vale oro.

Sebbene giovanissime, non meno esperte e variare delle compagne di squadra sono Beatrice Fazzari, Rosanna Sarica e Francesca Priolo che dominano la scena nel campionato silver LC a Salerno così come a Catanzaro, così già come a Rimini, decretando Reggio ritmica come sodalizio temibile. Infatti, Beatrice Fazzari è sempre sul gradino più alto del podio. Certezza prodigiosa la piccolissima classe 2015 che conquista dall’inizio della sua carriera agonistica pioggia di medaglie nei campionati di ginnastica ritmica.

Al torneo interregionale è lei l’indiscussa protagonista tra le piccolissime nate nel 2015/2016. In regione, non è vincere facile ma, lavorare giorno dopo giorno alla riuscita del successo, così da confermarsi campionessa regionale all around e vice campionessa con l’attrezzo palla, accanto all’amica e compagna Rosanna Sarica.

Beatrice e Rosanna, amiche e compagne che condividono insieme valori sportivi ed amore per la disciplina sportiva intrapresa, sono due giovani astri nascenti della ritmica calabrese. Rosanna Sarica che si allena adesso a livello agonistico da poco meno di un anno è campionessa regionale, categoria LC A1 con l’attrezzo palla. Anche lei estremamente futuribile risalta e brilla come una stella luminosa tanto da conquistare il secondo gradino del podio anche al torneo interregionale organizzato da Marina Cuccurullo e Carmen Bisogni.

Francesca Priolo classe 2013, non lascia spazio all’emozione nonostante il salto di categoria appena avvenuto. Dimostra grande padronanza del gesto tecnico con i piccoli attrezzi. Il programma tecnico di una giovane allieva, come lei si concentra sugli attrezzi cerchio e nastro, attrezzo prettamente insidioso per le ginnaste. Per Francesca è invece scommessa vincente fortemente voluta dalla stessa e concordata con le allenatrici, che le permette di viaggiare sempre più in alto rispetto alle avversarie; dunque sul podio. Francesca è campionessa interregionale con il nastro.

La favola di Francesca quest’oggi ha inizio con la condivisione di valori promossi dai differenti sodalizi presenti in terra campana: ogni ginnasta deve misurarsi con sè stessa e nella categoria adeguata per crescere e confrontarsi, superando le proprie aspettative e sfide evolutive, rompendo gli schemi, mirando al proprio massimo.

Nonostante all’ultima prova regionale si sia confrontata all’attrezzo nastro con ginnaste ormai abbondantemente stantie nella categoria LC A3. Sebbene le già rodate in pedana siano una magnifica conferma per Reggio Ritmica, le piccolissime alla prima esperienza sono un emozionante sorpresa e rivelazione.

Prime tra tutte Anna Priolo e Ludovica Maccarrone che al loro primo campionato individuale silver si piazzano sul podio. Anna Priolo testa la pedana e centra una brillante esecuzione con l’attrezzo palla nella categoria esordienti che la vede piazzarsi sul gradino più alto del podio. Ancora la baby Priolo è al terzo posto con il secondo attrezzo.

Nella categoria A1, invece, a soli 8 anni appena compiuti, è Ludovica Maccarrone a dominare la scena in quel di Salerno. La piccolissima ma grintosa Ludovica si piazza sul secondo gradino del podio AA. Piazzamento che vale oro, considerata la rinascita emotiva dell’atleta in Reggio ritmica che ha permesso alla stessa di germogliare e poi fiorire, sotto l’attenta e premurosa guida di Tatiana Caterina e Benedetta.

Infine ma non per ultima la piccolissima Ilaria Lombardo classe 2016 delizia il pubblico presente con una esibizione a corpo libero dal grande gesto tecnico. A testimonianza di una Reggio Ritmica in cui l’investimento di lavoro qualitativo sul settore giovanile è indispensabile e fortemente voluto come pilastro fondante del sodalizio sportivo.

L’ingranaggio perfetto di Reggio ritmica è già al lavoro per i prossimi campionati federali alle quali, sebbene formazione ancora secretata, scenderanno in pedana un grande numero di porta colori. Reggio Ritmica c’è e fa sentire forte la sua voce.

Articoli correlati

top