lunedì,Giugno 17 2024

Processo Miramare, le difese presentano i ricorsi in Cassazione

Scadrà il 22 aprile il termine previsto per fare valere i motivi di legittimità davanti alla Suprema Corte

Processo Miramare, le difese presentano i ricorsi in Cassazione

Scadrà il 22 aprile il termine previsto per fare valere i motivi di legittimità davanti alla Cassazione per il caso Miramare. Gli avvocati che hanno avuto mandato dovranno presentare i ricorsi nel giro di poche ore. Il processo ha visto, l’8 novembre 2022, la conferma della condanna per abuso d’ufficio anche in appello per il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà. Nella decisione la Corte d’appello aveva riformato la sentenza di primo grado del Tribunale di Reggio che, nel novembre 2021, aveva condannato il sindaco a un anno e 4 mesi, ed ha condannato il primo cittadino alla pena di un anno.

Condannati a sei mesi gli assessori della prima giunta Falcoamtà: Saverio Anghelone, Armando Neri, Rosanna Maria Nardi, Giuseppe Marino, Giovanni Muraca, Agata Quattrone e Antonino Zimbalatti. Lo stesso per il segretario comunale Giovanna Antonia Acquaviva, per la dirigente comunale del settore “Servizi alle imprese e sviluppo economico” Maria Luisa Spanò e per l’imprenditore Paolo Zagarella. Il processo era nato dalle accuse di abuso d’ufficio e falso per presunte irregolarità nelle procedure di affidamento del Grande Hotel Miramare, assegnato a Paolo Zagarella e all’associazione “Il sottoscala”.

Ricorso in Cassazione

Trascorsi i 90 giorni dal deposito della sentenza di appello, sono decorsi i termini entro i quali fare ricorso in Cassazione. La Suprema corte dovrà poi avere il tempo di fissare un’udienza, nei mesi successivi e decidere. Alla prima udienza potrà essere fatta valere la prescrizione.

La Cassazione potrebbe però dichiarare inammissibile il ricorso e allora per la città dello Stretto si aprirebbero scenari inediti. L’ipotesi più accreditata è quella di una decadenza dell’Amministrazione con relativo commissariamento fino alla prima tornata utile per votare. Situazioni non anticipabili al momento.

Il Miramare bis

Anche perchè Giuseppe Falcomatà, tra qualche giorno, sarà di nuovo in tribunale per la vicenda del Miramare bis, sulla mancata costituzione come parte civile del Comune di Reggio nel processo omonimo. I giudici dovranno stabilire se il sindaco sospeso dovrà andare di nuovo a giudizio. E stavolta il processo, con un unico imputato, non andrà per le lunghe.

Articoli correlati

top