lunedì,Aprile 15 2024

Caos oncologia al Gom, il tribunale delle Libertà rigetta in ricorso dell’ex primario Correale

I giudici danno ragione alla Procura e confermano la misura di sospensione di un anno alla quale il medico si era opposto

Caos oncologia al Gom, il tribunale delle Libertà rigetta in ricorso dell’ex primario Correale

Nuova tegola per l’ex primario del reparto di Oncologia del Gom Pierpaolo Correale. Il medico si era opposto e fatto ricorso alla misura cautelare della sospensione per un anno dal servizio. I giudici del Tribunale delle Libertà hanno, però, rigettato il ricorso confermando quanto disposto dal gip Karin Catalano su richiesta della Procura di Reggio Calabria, guidata da Giovanni Bombardieri.

«Sussiste indubbiamente un concreto ed attuale pericolo di reiterazione dei reati della medesima specie di quelli qui contestati agli indagati Correale Pierpaolo e Giannicola Rocco».

Le accuse

Le accuse che hanno portato alla misura cautelare della sospensione per un anno dell’ex primario del reparto di oncologia del Gom Pierpaolo Correale e del suo vice Rocco Giannicola sono di somministrazione di farmaci imperfetti, falsità materiale e ideologica, abuso d’ufficio e truffa.

Le motivazioni

I giudici del Riesame hanno, in sostanza, confermato quanto evidenziato dal Gip ovvero «la concretezza e fondatezza del pericolo si ricava, in primis, dalla sistematicità della gestione illecita della professione sanitaria. E delle funzioni anche pubblicistiche ricorresse da parte degli indagati, in modo da piegarle al raggiungimento cli scopi personali».

È stata, inoltre, evidenziata la «reiterata violazione di norme di legge e prassi amministrative». Comportamenti volti a «perseguire l’attuazione dei protocolli terapeutici congeniali ai loro interessi scientifici e professionali». Il tutto «in dispregio delle cautele da adottarsi per assicurare la sicurezza del paziente e garantirgli la migliore alternativa terapeutica».

Questa conferma arriva dopo lo stop dato anche dai giudici del lavoro. Infatti, il Giudice del tribunale di Reggio Calabria Anna Bianco ha rigettato il ricorso presentato dall’ex primario. Il medico, con ricorso depositato il 14 settembre 2023, si era opposto alla Delibera n. 613 del 10. 08. 2023, adottata dal Commissario Straordinario del Gom Gianluigi Scaffidi, per effetto della quale non è stato confermato nell’incarico di Direttore dell’U. O. C. di Oncologia del Grande Ospedale Metropolitano.
Una valutazione negativa arrivata prima che la Procura facesse luce sui presunti reati commessi somministrando farmaci imperfetti.

Articoli correlati

top