lunedì,Novembre 23 2020

Coronavirus, Minasi (Lega): «Scongiurare la chiusura dell’aeroporto di Reggio»

Il consigliere regionale ha chiesto alla Regione affinchè si faccia portavoce con le istituzioni superiori delle esigenze territoriali

Coronavirus, Minasi (Lega): «Scongiurare la chiusura dell’aeroporto di Reggio»

«L’operatività aeroportuale senza limitazioni in Italia è rimasta, come noto, per Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia. Altri scali, cioè Milano Linate, Bergamo Orio al Serio, Verona, Firenze, Roma Ciampino, Brindisi, Trieste e Treviso, e come si sa, Reggio Calabria, invece sono rientrati in quelli inattivi in base al piano Enac stilato a seguito dell’emergenza sanitaria in atto». Così in una nota il consigliere regionale in quota Lega Tilde Minasi.

«La situazione che si configurando, però – prosegue – non riguarda strettamente questo periodo di chiusura in cui, giustamente e legittimamente, deve prevalere la tutela della salute pubblica, ma va guardata in prospettiva. Semplicemente, andando sul sito di Alitalia, e simulando delle prenotazioni per un viaggio da svolgersi, per esempio dal 9 al 12 aprile, quindi ben oltre periodo stabilito, è possibile viaggiare da Roma Fiumicino, andata e ritorno, sia per Verona, che per Firenze che per Trapani, Trieste e Treviso, Brindisi. Per Reggio Calabria? Sul sito della compagnia di bandiera, cercando un volo per raggiungere le rive dello Stretto campeggia la scritta ‘Non ci sono voli disponibili per le date che hai selezionato. Consulta la sezione orari e modifica del viaggio’. Stessa medesima risposta per un prenotazione spostata molto più avanti e cioè dal 29 al 31 maggio».

«Non credo ci sia altro da pensare e verificare: Alitalia ha cancellato tutti i collegamenti. Purtroppo è palese, a questo punto, che non ci si potrà spostare da e per Reggio neppure ad emergenza Covid finita. Ciò è inaccettabile. Ritengo – sostiene Minasi – a questo punto imprescindibile attivare subito tutte le iniziative possibili per scongiurare una praticamente annunciata cessazione dell’attività al Tito Minniti. La Sacal deve fornire tutte le spiegazioni del caso illustrando chiaramente quali dovrebbero essere le prospettive (qualora ci siano, a questo punto, ci chiediamo) e come si intenda, eventualmente, valorizzare una struttura strategica che serve non solo la Città Metropolitana ma anche l’utenza messinese, oppure se vi è già una decisione sottaciuta, nascosta sotto le esigenze di emergenza, e gravissima di chiusura, di fronte alla quale non è possibile  stare inermi. Capisco che il momento non debba richiedere polemiche, ma il timore che superati tutti i disagi causati dalle problematiche sanitarie, Reggio e provincia possano restare senza aeroporto sta divenendo certezza con il passare delle ore, causando non solo disagi ai cittadini, ma anche, sul fronte Alitalia, ai lavoratori ed alle loro famiglie in un contesto socio economico già labile».

Il consigliere regionale leghista ha chiesto formalmente l’intervento della presidente Santelli «e della nostra concittadina, Domenica Catalfamo, assessore, tra le altre deleghe, alle infrastrutture e trasporti affinché si facciano portavoce delle nostre esigenze territoriali verso i tavoli, i ministeri, la compagnia aerea e gli uffici preposti, così da scongiurare ciò che sta accadendo e, soprattutto, auspico un confronto interistituzionale con gli altri enti locali coinvolti così da condurre una battaglia unitaria che guardi non alle appartenenze ma al senso di comunità e di tutela di un presidio essenziale».