mercoledì,Novembre 25 2020

Elezioni comunali Reggio Calabria, confronto Pazzano-Tortorella ad Ecolandia

Il movimento "La strada" si propone come «casa naturale per il centrosinistra che non si riconosce nell’attuale amministrazione», mentre il "Patto civico" «Sogna e spera una Reggio migliore»

Elezioni comunali Reggio Calabria, confronto Pazzano-Tortorella ad Ecolandia

In un panorama reggino che vede entrare nel vivo la campagna elettorale di quella che si presta ad essere una delle elezioni più contese degli ultimi decenni, Ecolandia promuove il dialogo e il confronto per una cittadinanza attiva.

La campagna elettorale

La campagna elettorale a Reggio Calabria era già iniziata prima della pandemia. Ma è senza dubbio dalla ripartenza di marzo che è esplosa con un continuo presentarsi di autocandidature. Eppure, la situazione, soprattutto economica, di Palazzo San Giorgio, sembra essere tutt’altro che rosea ma poco importa le candidature fioccano e nessuno sembra intenzionato a fare un passo indietro.

In questo curioso panorama si inserisce l’attività promossa da Ecolandia. Il parco da sempre è fucina di progetti dedicati al territorio, alla sostenibilità ambientale e sociale pur mantenendo una propria autonomia da schieramenti e forze politiche, ha ritenuto ritagliare un momento di discussione. Un momento che «possa essere un elemento fondamentale per lo sviluppo della nostra città».

Il confronto

Il confronto parte dalle anime civiche di questa competizione elettorale, infatti, a confrontarsi sono stati Saverio Pazzano, per il movimento “La Strada” e Maria Laura Tortorella per il Laboratorio politico “Patto Civico”.

Saverio Pazzano – La strada

Saverio Pazzano

Pazzano non ha dubbi, il movimento che rappresenta «Non è una lista civica. Noi siamo una piattaforma municipale in rete con altre municipalità italiane ed europee. Questo ci differenzia per quanto riguarda la visione di città euro mediterranea, la programmazione europea, le prospettive di sviluppo in temi specifici come quello dei rifiuti, della depurazione delle acque, del lavoro o del turismo». Il candidato non ha dubbi, le basi che sta gettando con il movimento servono per diventare «Una grande piattaforma progressista e ambientalista della città di Reggio Calabria, quindi, una casa naturale per il centrosinistra che non si riconosce nell’attuale amministrazione».

Colpo di coda che Pazzano riserva all’avversario Falcomatà con il quale, è ormai chiaro, contendono le stesse anime di un centrosinistra sempre più articolato in città. 

Maria Laura Tortorella – Patto civico

Maria Laura Tortorella

Punta, invece, sulla lungimiranza la Tortorella che, nel tracciare le differenze che caratterizzano la sua candidatura dalle altre, è chiara: «Ci differenzia un cammino iniziato già nel 2013 con il laboratorio politico “Patto civico”. Un cammino fatto di valori, storie ma soprattutto impegno di formazione e competenze acquisite sul campo. Il nostro è un cammino che non si è mai interrotto fino ad oggi e che sogna una città diversa.

Una Reggio migliore che si possa realizzare con lavori forti e impegno perché i problemi sono tanti e importanti. Per questo siamo convinti che sia necessario fare fronte comune per mettere mano a questi problemi e risolverli definitivamente».

Per Tortorella la parola chiave è “speranza”: «Questo è quello che ci serve per percorrere questo cammino. Una speranza però concreta, fattiva che vede braccia pronte a mettersi in gioco, che si vogliono impegnare non solo su valori o sogni ma anche su delle idee concrete e su delle proposte per la città».

Siamo solo all’inizio. I confronti in questi mesi d’estate che ci separano dall’election day saranno tanti. Sicuramente non mancheranno stimoli e spunti per far comprendere alla cittadinanza chi sia, ad oggi, pronto a governare una città come quella di Reggio Calabria, sempre più bella e dannata.