giovedì,Maggio 23 2024

Reggio, Sorical replica all’Unc: «Non corrisponde al vero che la fatturazione si basa su consumi presunti»

La società Risorse Idriche Calabresi risponde all'Unione nazionale consumatori: «La nostra azione è trasparente»

Reggio, Sorical replica all’Unc: «Non corrisponde al vero che la fatturazione si basa su consumi presunti»

«Le azioni messe in campo da Sorical, ad un anno dal subentro nella gestione del servizio idrico di Reggio Calabria, sono tutte improntate alla trasparenza, alla sostenibilità del servizio e a garanzia degli utenti». È quanto replica la Sorical alle dichiarazioni rese alla stampa dall’Unione nazionale consumatori.

«Ciò è dimostrato dai fatti: Sorical ha convocato le associazioni dei consumatori, inclusa L’unione nazionale (che però non ha risposto alla convocazione), con le quali ha condiviso e pubblicato e la Carta del servizio ed ha anche sottoscritto con tutte le associazioni sedutesi al tavolo un protocollo per la conciliazione paritetica (che si può scaricare nel sito web della società www.soricalspa.com) che si aggiunge agli strumenti previsti dalla normativa a tutela degli utenti.

Non corrisponde al vero – afferma la Sorical – che le bollette inviate ai cittadini reggini siano calcolate con consumi presunti, Sorical, come primo atto gestionale, ha immediatamente effettuato, attraverso i propri incaricati, oltre 50.000 letture sulle circa 65.000 utenze oggetto di fatturazione, prevedendo, per quegli utenti che erano assenti al momento della lettura, il rilascio nella buca della posta di un preavviso di nuovo tentativo di lettura oltre ad indicare le modalità di autolettura. Sorical, come è riportato nelle bollette consegnate agli utenti reggini e sul portale internet della società, ha infatti messo a disposizione uno strumento molto agile e apprezzato, un numero Whatsapp per l’autolettura utilizzato da migliaia di utenti per regolarizzare la propria posizione e un numero verde per contattare l’ufficio commerciale per fornire tutti i chiarimenti e raccogliere eventuali reclami.

I risultati sono quindi stati molto positivi, visto che oltre il 75% delle fatture sono basate sui consumi effettivi e per il restante 25% si è proceduto, come previsto dalla norma, ad effettuare i tentativi di lettura.

Ad oggi sono qualche migliaio i reclami presentati e riscontrati dai nostri uffici. Inoltre sono stati già installati circa 1500 contatori digitali con lettura istantanea.

Riguardo, invece, la gestione della morosità, Sorical tranquillizza Unc sul fatto che venga rispettata la normativa nazionale fissata dall’autorità Arera che prevede, anche a tutela dei cittadini che pagano regolarmente il servizio, l’attuazione di una procedura che parte dall’avviso bonario, per poi attivare la diffida e messa in mora, la limitazione del servizio e in ultima analisi la sospensione, con conseguente aggravio di spese per l’utente moroso. Peraltro, trattandosi di nuovo gestore del servizio la morosità non riguarda lunghi periodi ma semplicemente le fatture ordinarie del 2023 e a tal fine invita gli utenti a provvedere al pagamento regolare proprio al fine di evitare l’attivazione delle procedure di gestione della morosità.

Infine, a tutela delle fasce deboli della popolazione, Sorical ha attivato, per la prima volta, le procedure per riconoscere il Bonus Idrico (50 litri abitante al giorno) che gli utenti devono richiedere all’Inps nonché la possibilità di richiedere rateizzazione del debito per come previsto dalle norme regolamentari.

Ogni azione intrapresa dalla Sorical è a tutela degli utenti che – come sottolineato anche dall’Unione nazionale dei consumatori – sono tenuti a pagare il servizio che ricevono dalla Sorical». Così conclude la Sorical.

Articoli correlati

top