domenica,Aprile 21 2024

Reggio, l’Ancadic per il riuso del distretto militare “Caserma Mezzacapo”

Il referente Crea ha scritto al presidente del Consiglio dei ministri: «Non sia messa in vendita per uso privato»

Reggio, l’Ancadic per il riuso del distretto militare “Caserma Mezzacapo”

L’Ancadic (Associazione nazionale di ispirazione cattolica per i diritti di cittadinanza) si è rivolta al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, al Ministero della Difesa e al Prefetto della Provincia di Reggio Calabria affinché mantengano in vita l’importante struttura che ospitava il distretto militare di Reggio Calabria “Caserma Luigi Mezzacapo” con un corposo finanziamento.

«Struttura così importante che – si legge in una nota a firma del referente Vincenzo Crea – ha fatto la storia di Reggio, che ha formato i cittadini alla difesa dei valori della Patria e successivamente ai valori repubblicani».  

L’Ancadic si è espressa anche per ciò che riguarda la dismissione di alcune caserme tra cui le Brigate della Guardia di Finanza di Lazzaro, di Pellaro e di Gallico «che svolgevano un capillare controllo dell’economia del territorio di cui i cittadini hanno avuto benefici per comprendere le leggi fiscali accettando di buon grado suggerimenti dei valorosi brigadieri». 

Al tempo per queste strutture se ne interessarono il Ministero della Difesa e il Ministero dei Lavori Pubblici, oggi Ministero delle Infrastrutture, con interventi adeguati sia dal punto di vista sismico che abitativo per un uso uguale o diverso evitando la fine o l’abbandono totale.

«Non vorremmo leggere più – conclude Crea – la messa in vendita di queste strutture per uso privato. La problematica per la messa in sicurezza, per i valori che hanno rappresentato, impone alle Istituzioni di oggi il dovere di colmare queste necessità da noi espresse».

Articoli correlati

top