lunedì,Gennaio 17 2022

Verso Reggina-Cremonese, Pecchia: «Granillo ambiente caldo, ho buone indicazioni dai miei»

Le parole del mister della squadra lombarda, che riconosce la qualità offensiva della compagine amaranto, avversaria di domani

Verso Reggina-Cremonese, Pecchia: «Granillo ambiente caldo, ho buone indicazioni dai miei»

Non solo Alfredo Aglietti in conferenza stampa. Anche Fabio Pecchia ha parlato ai giornalisti, per presentare la sfida fra la sua Cremonese e la Reggina, in programma domani al Granillo.

«Quando non si gioca è più complicato tenere alta la tensione – ha spiegato Pecchia – Abbiamo avuto un buon periodo per lavorare, dal punto di vista fisico e mentale ci siamo».

Sulle possibilità dei lombardi: «L’obiettivo principale era dare continuità al nostro lavoro, la rosa è ampia ed è giusto mantenere l’abitudine alla gara che alcuni purtroppo rischiano di perdere. Mi piace fare le partite, che sono test importanti al di là degli allenamenti. Anche chi ha riposato ha fatto dei carichi di lavoro. Ho ricevuto tante indicazioni, mi è piaciuto l’atteggiamento mostrato dai ragazzi contro una squadra di spessore».

Su Gaetano in veste di play basso: «È in grado di poter ricoprire quel ruolo. Ha tirato diverse volte, soprattutto da fuori e con entrambi i piedi. Di Carmine? Samuel deve continuare a lavorare, noi dobbiamo insistere per ricercare le giocate e accompagnarlo. Non posso dire nulla sul suo atteggiamento, si è inserito alla grande. Deve stare sereno e continuare su questa strada, col Pordenone ha avuto molta sfortuna in diverse situazioni, con la Spal abbiamo fatto 15′ di alto livello e poi non ci sono stati grandi ritmi».

Sulla Reggina: «Per noi sarà una bella sfida perché giocheremo in un ambiente caldo come il Granillo, storicamente un’arma in più per gli amaranto. Sono una squadra vissuta e che sa quello che vuole, hanno giocatori vissuti in tutti i reparti, quindi riescono a gestire anche i momenti di flessione con una certa maturità. Creano il giusto e ha giocatori con una fisicità che gli permette di essere presenti in area avversaria e quindi diventa pericolosa. Hanno un reparto offensivo di qualità, con una grande struttura con Montalto e Galabinov, nonché energia con Bellomo e Rivas sulle fasce. Alfredo (mio ex compagno) farà le sue scelte, so cos’hanno fatto nelle ultime partite e cosa possono dare, ma dipende da quali caratteristiche vorranno sfruttare».

Articoli correlati

top