sabato,Gennaio 28 2023

Migranti a Roccella, il sindaco duro con il governo: «Una barzelletta i porti chiusi, l’obbligo è salvare i profughi»

Il primo cittadino del centro calabrese più coinvolto nel soccorso ai profughi è duro contro la scelta di respingere le navi delle Ong

Migranti a Roccella, il sindaco duro con il governo: «Una barzelletta i porti chiusi, l’obbligo è salvare i profughi»

di Vincenzo Imperitura – «Nella notte del 4 novembre una motovedetta della Capitaneria di Porto ha salvato, in condizioni operative molto difficili, 80 migranti che ora sono al Porto delle Grazie assistiti con cura dalla macchina dei soccorsi. Dal 26 ottobre sono stati molte le operazioni di soccorso in Calabria e in Sicilia. E da quel giorno nel Mediterraneo sono state salvate 6.200 persone».

Torna a parlare dopo un po’ di tempo di migranti il sindaco di Roccella Vittorio Zito. Il giorno giorno dello sbarco “controllato” di Catania, mentre nello scalo del piccolo centro jonico resta alta l’attenzione per un flusso umano che non conosce interruzioni neanche durante le tempeste di scirocco, Zito sceglie, da sindaco “in trincea”, di prendere posizione contro la polemica dei “porti chiusi”. Continua a leggere su LaCnews24

Articoli correlati

top