mercoledì,Aprile 17 2024

Rendiconto Comune Reggio, Cardia: «Fuori dal piano di rientro con 200 milioni di debiti»

L'affondo del consigliere comunale che denuncia la mancata pubblicazione della tabella dei parametri obiettivi ai fini dell’accertamento della strutturale deficitarietà, tra gli allegati al rendiconto

Rendiconto Comune Reggio, Cardia: «Fuori dal piano di rientro con 200 milioni di debiti»

«Soltanto nel momento in cui si celebra la seduta odierna del Consiglio Comunale, sull’albo pretorio del Comune di Reggio Calabria sono stati pubblicati – in un secondo momento rispetto alla Delibera di Giunta – gli allegati al Rendiconto 2022, che costituirebbero parte integrante dell’atto deliberativo. Questi allegati avrebbero dovuto essere, infatti, pubblicati contestualmente, ma i ritardi di questa amministrazione ormai non ci stupiscono più. Quello che salta subito all’occhio, tuttavia, è un altro dato, davvero preoccupante: tra gli allegati pubblicati manca, infatti, la Tabella dei parametri obiettivi ai fini dell’accertamento della strutturale deficitarietà». È quanto afferma il consigliere del gruppo Misto in Consiglio Comunale a Reggio Calabria, Mario Cardia.


«In attesa anche del parere dei Revisori dei Conti del Comune (attualmente non pervenuto), ci chiediamo come mai questa tabella essenziale, da allegare al Rendiconto di Gestione, non sia stata pubblicata. E si tratta di una documento importante perché, come tutti ricordiamo, il Rendiconto di Gestione dell’anno scorso certificava la strutturale deficitarietà del Comune, con tutte le conseguenze negative che ciò comporta ed ha comportato per i cittadini e la Città in termini di servizi e tasse. A nulla valgono le giustificazioni dell’assessore Calabrò, che distingue i due momenti dell’approvazione in Giunta ed in Consiglio Comunale ai fini dell’allegazione dei documenti obbligatori. Sono questioni di lana caprina, che non dovrebbero nemmeno esistere su un documento contabile così importante per la Città ed i cittadini come è il Rendiconto di gestione. Insomma, questa tabella dei parametri c’è o no? E se c’è, perché non è stata pubblicata insieme gli altri allegati?», incalza il consigliere comunale Mario Cardia.


«Questa circostanza è davvero preoccupante, soprattutto alla luce dei primi dati rinvenibili all’interno della delibera della Giunta sul Rendiconto. Una delibera dalla quale si evince che il Rendiconto di Gestione del 2022 si chiude con 200 milioni di debiti (residui passivi) per il Comune di Reggio Calabria e con oltre mezzo miliardo di crediti non riscossi (residui attivi).


Ma di che stiamo parlando? Se non fosse gravissimo per la Città ed i cittadini, ci sarebbe da ridere e spiego perché: durante il Consiglio Comunale odierno la maggioranza si sta autocelebrando per l’uscita dal piano di riequilibrio, festeggiando in sostanza il ripianamento del disavanzo certificato dai Commissari nel 2012, pari a circa 110 milioni di euro, ma contestualmente la stessa Giunta ha approva una Delibera di Rendiconto 2022 in cui attesta che al Comune di Reggio ci sono oltre 200 milioni di debiti ed oltre mezzo miliardo di euro di crediti non riscossi», prosegue il consigliere comunale Mario Cardia.


«Un disastro politico, altro che festeggiare. Numeri impietosi che certificano nero su bianco l’incapacità di questa maggioranza di gestire la spesa ed i debiti, ma soprattutto di incassare i crediti.
Con un quadro così desolante, come si potrà pensare di avviare la tanto agognata fase di programmazione col nuovo bilancio? Che fine ha fatto il tanto decantato “senso di responsabilità” di cui parla il Sindaco Brunetti? Forse è finito nell’ormai tristemente famoso “solco” del Sindaco sospeso Falcomatà, solco citato per tabulas in ogni nota stampa di una maggioranza che ormai si commenta davvero da sola», conclude il consigliere del gruppo Misto a palazzo San Giorgio, Mario Cardia.

Articoli correlati

top