lunedì,Giugno 24 2024

Cittanova, Massimo Ripepi nomina Nino Cento coordinatore cittadino di Alternativa Popolare

Il partito di Stefano Bandecchi si espande in Calabria

Cittanova, Massimo Ripepi nomina Nino Cento coordinatore cittadino di Alternativa Popolare

Alternativa Popolare, il partito di Stefano Bandecchi, cresce anche in Calabria. Arriva la nomina di Nino Cento come coordinatore cittadino di Cittanova, annunciata oggi, sabato 23 marzo 2024, in conferenza stampa al Bar Baconchi di Cittanova dal coordinatore Regionale della Calabria Massimo Ripepi.

Nino Cento primo coordinatore nominato in Calabria è un coraggioso e riconosciuto imprenditore che si batte da anni con determinazione contro la ‘ndrangheta, i poteri forti e per la difesa e la valorizzazione del territorio da sempre in mano ai nessuno. La sua storia è segnata da gesti eclatanti come l’occupazione del municipio di Cittanova e uno sciopero della fame per la tutela dei posti di lavoro.

Il Coordinatore Regionale Massimo Ripepi presenta così Nino Cento: «Nino è una figura vera, di grande coraggio e integrità, che ha combattuto importanti battaglie contro i poteri forti e sono grato che abbia deciso di sposare il progetto di Alternativa Popolare. Abbiamo bisogno di individui come lui, che possano trasmettere un forte segnale e che siano sempre vicini al territorio e alle persone che cercano verità, giustizia e amore. Noi politici dobbiamo essere lo specchio della cittadinanza e muoverci con grande spirito di servizio. Come ci insegnano i principi cristiani, il più grande sia il servitore di tutti. Dobbiamo lavorare affinché gli imbroglioni venduti e traditori vengano sostituti da chi ha il coraggio di mettere il bene comune al primo posto. Nino ha dimostrato di essere non solo un imprenditore capace, ma anche un vero, coraggioso e schietto difensore del territorio e dei suoi abitanti»

Il neo Coordinatore Cento, nel corso della conferenza, dichiara: «Ringrazio il Coordinatore Regionale Massimo Ripepi, il Coordinatore Nazionale Stefano Bandecchi e il Presidente Paolo Alli per la fiducia che mi hanno accordato. Entro in Alternativa Popolare per fare in modo che gli ultimi diventino primi. Attraverso la mia esperienza imprenditoriale innovativa, ho combattuto la ‘ndrangheta e promosso un’etica pulita. La mia principale motivazione è dare voce a coloro che sono trascurati dalla politica tradizionale, rappresentando gli umili e gli onesti. Spero che la gente risponda al nostro appello per cambiare la situazione e ripristinare un governo che sia genuinamente al servizio del popolo» 

«C’è bisogno di unire coloro che sono mossi dallo spirito di lotta contro le ingiustizie, e questo è esattamente ciò che vuole fare Alternativa Popolare. Dobbiamo costruire un sistema del bene contro il sistema del male, dove le distinzioni tra ciò che è giusto e ciò che è ingiusto devono essere chiare e inequivocabili. Questo spirito di lotta contro il male e le ingiustizie è ciò che abbiamo visto incarnato in Stefano Bandecchi e per questo abbiamo deciso di seguirlo portando avanti il progetto di Alternativa Popolare in Calabria». Così conclude Massimo Ripepi.

Articoli correlati

top