giovedì,Ottobre 6 2022

Coronavirus a Villa San Giovanni, la distribuzione dei buoni spesa finisce in Procura

Esposto di Giancarlo Citrea, presidente del Co. Sa. Vi, che solleva dubbi sulla corretta gestione dei buoni spesa: «Non tutti li hanno ricevuti»

Coronavirus a Villa San Giovanni, la distribuzione dei buoni spesa finisce in Procura

«Buoni spesa, i contributi non arrivano a tutti i cittadini del Comune di Villa San Giovanni». A lanciare l’allarme è Giancarlo Citrea, presidente del comitato cittadino Co.Sa.Vi, Comitato per la salute e vivibilità nel Comune di Villa San Giovanni che presenta un esposto alla procura di Reggio Calabria ed al prefetto.

La domanda parte dalle premesse, considerato «il Dpcm che ha disposto 4,3 miliardi a valere sul fondo di solidarietà ai Comuni emanato dal presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte per fare fronte all’emergenza Coronavirus; vista l’ordinanza della Protezione civile aggiungendo a questo fondo 400 milioni, con un ulteriore anticipo destinato ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per fare la spesa; vista la quota dedicata al Comune di Villa San Giovanni per una somma di oltre 103.000 euro; vista la distribuzione di queste risorse e di alimenti che doveva esser velocissima, che, come è noto, si tratta di dar un aiuto ai cittadini Villesi, alle famiglie indigenti; e, infine, considerato che, ancora ad oggi 5 maggio 2020, non tutti i cittadini, incredibilmente, non hanno ricevuto i suddetti “Buoni Spesa” chiede l’intervento delle autorità.

Articoli correlati

top