martedì,Maggio 21 2024

Ospedale di Locri, arriva il farmaco per i pazienti oncologici: ma non basta

I dosaggi restano contingentati. La garante della salute Stanganelli: «Attenzione altissima»

Ospedale di Locri, arriva il farmaco per i pazienti oncologici: ma non basta

E’ di ieri la notizia, anticipata dal Reggino, dei disagi subiti dai pazienti oncologici dell’ospedale di Locri a causa della mancanza di un importante farmaco chemioterapico, che li costringe ad allungare fino a Melito per sottoporsi alle cure. A quanto si apprende 24 ore dopo il preparato è arrivato ma solo in minima parte, per il momento in prestito dal Gom di Reggio al fine di tamponare un paio di terapie.

«In questo senso – afferma la garante regionale della salute Anna Maria Stanganelli – mi sono rapportata con il direttore di presidio, Giuseppe D’Ascoli e con il responsabile della farmacia ospedaliera, Ilario Simari. Secondo quanto segnalatomi vi è una carenza di fluoro uracile a livello nazionale, per cui alcuni dosaggi sono contingentati. Il responsabile della farmacia ha trasmesso una nota a diverse strutture sanitarie per reperire nel più breve tempo possibile il farmaco, ed evitare di interrompere terapie ai pazienti già in trattamento. Lo stesso Gom ha dato la disponibilità di 2 flaconi da 5 grammi che dovrebbero arrivare nelle prossime ore. Ho chiesto a D’Ascoli e a Simari di tenermi costantemente aggiornata. L’attenzione in questo senso da parte di tutte le autorità sanitarie competenti è altissima, che si sono dimostrati interlocutori sensibili a recepire le istanze e i bisogni dei soggetti fragili, come i pazienti oncologici».

Articoli correlati

top