giovedì,Giugno 13 2024

Sistema integrato zerosei, per la Fism «momento di grande emozione»

La nuova legge regionale mira a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica e della povertà  educativa attuando il passaggio da servizio sociale a domanda individuale a servizio di educazione e d'istruzione a offerta universale

Sistema integrato zerosei, per la Fism «momento di grande emozione»

Il Consiglio Regionale della Calabria ha approvato all’unanimità la legge sul sistema integrato zerosei,  rappresentando un importante traguardo per l’infanzia e l’educazione nella nostra regione. «E’ per noi un momento di grande gioia ed emozione – afferma il Presidente regionale FISM Calabria Alessandro Moschella – perché finalmente dopo 11 anni, la Regione Calabria abrogando la legge regionale 15 del 2013, dà vera attuazione al decreto Legislativo 65/2017, che innova e rivoluziona i servizi educativi 0-6.  L’approvazione della legge sul sistema integrato zerosei rappresenta un passo significativo verso la  costruzione di un futuro migliore per le prossime generazioni calabresi. Investire nelle prime fasi dello  sviluppo dei bambini non solo contribuisce al loro benessere individuale, ma costituisce anche un  investimento strategico per il progresso sociale ed economico della regione». 

«La nuova legge regionale – prosegue – mira a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica e della povertà educativa attuando il passaggio da servizio sociale a domanda individuale a servizio di educazione e d’istruzione a offerta universale, ponendosi come obiettivo finale la gratuità dei servizi per garantire a tutti i  bambini e le bambine pari opportunità di educazione, istruzione, cura, relazioni e gioco.  Nella nuova legge, oltre i nidi e micronidi, che sono la base dei servizi educativi, si vanno a disciplinare i  Servizi Integrativi ad essi, per diversificare l’offerta Formativa e a potenziare le Sezioni primavera, sezioni  specificamente dedicate ai bambini 24-36 mesi. Inoltre ampio spazio è stato dedicato all’innovazione attraverso la costituzione dei Poli d’infanzia ed alla  qualità dei servizi attraverso la costituzione dei ‘Coordinamenti pedagogici territoriali’ nonché l’istituzione della  figura del ‘Coordinatore pedagogico’ e alla Formazione continua degli educatori».  

Insomma, una pagina che il sindacato giudica come storica per la Regione Calabria. «Come FISM, siamo stati onorati di aver contribuito attraverso la nostra esperienza e le nostre professionalità  al raggiungimento di questo traguardo – continua il presidente Moschella – infatti la Vice Presidente Giusi  Princi ha istituito un tavolo tecnico presso il Dipartimento regionale istruzione, coordinato dalla dirigente di settore Anna Perani e composto dall’ USR, dall’ANCI, da Dirigenti scolastici, dalla FISM e da esperti e tecnici  di settore, tavolo che a tutt’oggi è attivo e operativo e sta già lavorando alla stesura del regolamento attuativo.  Colgo l’occasione per ringraziare il Presidente Provinciale FISM Reggio Calabria Giuseppe Russo e Angela Campolo, pedagogista, componente del nostro direttivo, per il loro impegno, la loro abnegazione ed il loro  incessante lavoro e la Dott.ssa Marisa Fagà, che per anni ha guidato magistralmente, da Presidente, la  nostra Federazione, sempre attenta a tutti i bisogni e agli interessi delle nostre scuole. Siamo convinti – conclude – che con una guida sicura, determinata e lungimirante come quella della Vice presidente Giusi Princi, questo sarà solo il primo dei tanti risultati ed obiettivi che insieme perseguiremo e raggiungeremo per il bene di tutti i nostri bambini».

Articoli correlati

top