domenica,Giugno 16 2024

A Reggio il deputato Tucci: «Nuova governance per rilancio aeroporto, dopo la fallimentare gestione Sacal» – VIDEO

All’iniziativa del movimento 5stelle presenti i sindaci Brunetti e Versace. Assente la Camera di Commercio

A Reggio il deputato Tucci: «Nuova governance per rilancio aeroporto, dopo la fallimentare gestione Sacal» – VIDEO

«Vedremo cosa risponderà il ministro Salvini sul futuro del Tito Minniti. Speriamo in esiti positivi. Se dovessero mancare non ci limiteremo all’interrogazione parlamentare. Andremo avanti con mozioni e altre iniziative, perché questa storia non finirà. Sono un deputato calabrese, originario di Vibo ma molto legato a Reggio. Sono un vostro alleato in questa battaglia». Così il deputato pentastellato Riccardo Tucci, oggi nella città dello Stretto per un incontro “Aeroporto dello Stretto: denunce e soluzioni presentate in Parlamento”, svoltosi all’hotel Torrione.

Introdotto dall’attivista, già candidato a sindaco di Reggio Calabria con il movimento nelle ultime elezioni amministrative, Fabio Foti, l’incontro è stato organizzato a Reggio Calabria a meno di una settimana dalla presentazione, da parte di Riccardo Tucci e della collega messinese Angela Raffa, dell’interrogazione parlamentare sul Tito Minniti. Interpellati il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di Coesione e il Pnrr, il ministro per gli affari regionali e le autonomie.

«In assenza di un sistema aeroportuale calabrese efficiente in tutti i suoi scali – al momento Sacal è di fatto la società di gestione di Catanzaro e Lamezia – siamo costretti a richiedere una subconcessione, come atterraggio morbido o addiruttura una revoca, interpellando se necessario la corte di Giustizia europea. È indifferibile, indubbiamente, intervenire e ragionare anche sulla possibilità della costruzione di un nuovo scalo a Reggio Calabria», ha sottolineato l‘attivista pentastellato Fabio Foti.

Presenti all’incontro il sindaco ff del comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, che ha poi lasciato l’assise per altri impegni istituzionali, e il sindaco ff metropolitano, Carmelo Versace, rimasto al tavolo per tutta la durata dell’incontro. Assente il presidente della Camera di Commercio di Reggio, Antonino Tramontana.  

L’interrogazione parlamentare

«Non siamo in campagna elettorale e la nostra iniziativa è puramente volta a salvaguardare questo scalo. Dati alla mano, la gestione fallimentare di Sacal ha già prodotto danni i termini di diminuzione dei passeggeri che da 700mila sono passati a meno di 150mila e di indotto commerciale. Si stanno spendendo 60 milioni di euro per il restyling di uno scalo datato quando ci sono preventivi che con 30 milioni prevedono la costruzione di un nuovo scalo con intermodalità su Messina. Un aeroporto all’altezza del bacino potenziale di utenti che supera il milione», ha sottolineato il deputato Tucci.

Nel merito dell’interrogazione ha poi specificato che «l’ipotesi di subconcessione quinquennale da parte di Sacal alle istituzioni locali reggine e messinesi, con apposito fondo e senza aggravi. Dunque, una nuova governance darebbe le risposte che finora non ha dato Sacal. Nel suo consiglio di amministrazione Reggio Calabria non è rappresentata, pur insistendovi uno scalo in gestione.

L’ipotesi di nuova governance per altro non è necessariamente alternativa al nuovo aeroporto del Mediterraneo a Reggio Calabria, anzi. Un nuovo scalo richiamerebbe una nuova e fruttuosa gestione al posto dell’attuale e fallimentare di Sacal. L’interrogazione contiene delle proposte concrete. La domanda è da porre alla politica regionale e nazionale circa la reale volontà di dare risposte concrete in termini di servizi e risultati», ha incalzato il deputato pentastellato. Una chiosa sul Ponte sullo Stretto.

Il ponte sullo Stretto

«Per me questo non è un tema. In Calabria e Sicilia i temi sono quelli del recupero del gap infrastrutturale, con interventi per esempio proprio sull’aeroporto di Reggio. Investimenti molto più necessari per i quali necessiterebbero anche meno risorse rispetto ai 14 miliardi di euro che al momento non si sa dove saranno reperiti».

Brunetti: «Abbiamo dato fiducia, adesso basta»

«Non cerchiamo colpevoli né vogliamo alimentare conflitti, tuttavia riconosciamo che adesso il tempo è scaduto. Nel rispetto dei ruoli e delle competenze, abbiamo dato fiducia. Lo abbiamo fatto anche quando proponendo al presidente Occhiuto una gestione in subconcessione dello scalo Tito Minniti ci fu risposto che Sacal aveva un piano industriale che avrebbe garantito il rilancio del nostro aeroporto.

Abbiamo avuto fiducia ma adesso è il momento di capire quali siano le reali intenzioni della Regione e di Sacal, alla quale compete la gestione degli scali aeroportuali. Noi siamo disponibili ad assumerci impegni, ad entrare in campo per essere partecipi di un cambiamento di cui finora non abbiamo visto traccia. Siamo qui per testimoniare la nostra volontà di dialogare con tutti e di rilanciare lo scalo, a prescindere da chi provengano le proposte», così il sindaco ff del comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti.

«Resta la nostra intenzione di convocare il consiglio comunale ad hoc in cui discuterne, convocando parlamentari calabresi, Regione e Sacal. Restiamo convinti che ci sia una precisa volontà politica di affossare lo scalo. Nelle parole dell’ad Franchini ho letto un’offesa per la città in cui non si atterra, perché non attrattiva e priva di servizi. La situazione di Reggio, credo, tuttavia, non sia tanto distante dalla rispettabilissima città di Lamezia Terme. Noi non siamo in competizione con lo scalo lametino, puntiamo su altra utenza che è quella dell’area dello Stretto e delle isole Eolie. Sono questioni note, eppure ancora oggi a questi intenti non sono seguite azioni concrete». Ha proseguito il sindaco ff del comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti.

Versace: «Lavoriamo insieme per la subconcessione della gestione»

«Abbiamo atteso anche troppo. Non cerchiamo responsabili – ha ribadito il sindaco metropolitano ff Carmelo Versace – ma cerchiamo soluzioni che non possono essere quelle prospettare da Sacal. Servono visioni e strategie diverse. La proposta della subconcessione era già stata sottoposta, tramite il prezioso contributo della task force del comune di Reggio Calabria coordinata da Salvatore Chindemi. Tanto su di essa tanto sulla proposta di entrare nel cda e acquistare quote per due milioni di euro, non abbiamo ricevuto accoglimento alcuno.

Abbiamo avuto rispetto per le competenze di Sacal ma adesso chiediamo un’inversione di tendenza rispetto alla quale noi siamo disponibili ad assumerci degli impegni e a collaborare. Credo che, rispetto all’ipotesi di un nuovo scalo, la strada della valorizzazione dell’attuale scalo e della subconcessione sia quella da percorrere insieme. Crediamo che anche Enac non debba restare inerte. Non possiamo, per altro, più tollerare di sentire parlare di inadempienze e di responsabilità delle istituzioni locali in merito al mancato rilancio dell’aeroporto che resta una prerogativa di Sacal. I tre bandi per nuove tratte andati deserti costituiscono uno dei segnali di assenza di risultati concreti. In questo senso attendiamo ancora notizie dalla Regione sul secondo bando». Ha proseguito ancora il sindaco metropolitano ff, Carmelo Versace.  

Chindemi: «Avevamo proposto la subconcessione già nel 2021»

«Meglio tardi che mai. La proposta di una gestione in subconcessione risale già al 2021 con la gestione di Sacal di Giulio De Metrio. Poi è stata rilanciata anche l’anno successivo ma sempre senza nessun esito. Oggi si ritorna a discuterne come soluzione per il rilancio di uno scalo destinato a non ritornare ai traffici di un tempo.

A noi appariva chiaro già da qualche anno che questa fosse l’unica strada praticabile per porre al centro del sistema aeroportuale anche lo scalo di Reggio. È l’ora di passare i fatti, avviando ogni iniziativa di coinvolgimento gli enti territoriali calabresi e siciliani». Lo ha evidenziato il coordinatore della task force Aeroporto del comune di Reggio Calabria, Salvatore Chindemi.

Articoli correlati

top